Provvedeva il Provveditore

Concussione Caserma Finanza: in manette Santariga. La procura: "Auto e carburante in cambio di favori"

Provvedeva il Provveditore

ARRESTATO IL PROVVEDITORE - Che era di una bruttezza sconvolgente lo sapevano tutti, ma che dietro il palazzo della Guardia di Finanza - sul lungomare sud di Pescara - ci fosse la concussione non lo sospettavamo. La Procura dell'Aquila ha ordinato l'arresto di Giancarlo Santariga, 63 anni, provveditore ai Lavori pubblici di Lazio, Abruzzo e Sardegna poichè "avrebbe preteso favori da una ditta impegnata nell'appalto per la caserma della Finanza di Pescara."

DECISIVE INTERCETTAZIONE E PEDINAMENTI  - La misura docmiciliare, cui è sottoposto il Santariga, è il frutto di un'accurata indagine da parte della Procura dell'Aquila. Sono stati effettuati pedinamenti, intercettazioni ambientali e telefoniche, ricontri documentali e fotografici, grazie ai quali è stato possibile ricostruire - stando a quanto riferisce la Procura - " le illecite pretese del pubblico funzionario, il quale, abusando della sua carica di alto dirigente dei lavori pubblici, induceva l'imprenditore a farsi mettere a disposizione un'autovettura, con relativo carburante".

AUTO E CARBURANTE IN CAMBIO DI FAVORI - Le indagini, seguite dal gip del tribunale dell'Aquila Marco Belli, avrebbero rivelato che il compenso richiesto dal Santariga era costituito da un'auto e dei buoni carburante. Il metodo utilizzato per ottenere quanto richiesto era il noleggio: santariga avrebbe preteso che il vincitore dell'appalto pagasse l'auto, a sua disposizione, ed il relativo carburante. Ora, il prvveditore ai Lavori pubblici di Lazio, Abruzzo e Sardegna si trova agli arresti domiciliari.

Marco Beef

mercoledì 18 gennaio 2012, 17:51

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
guardia di finanza
sede
portanuova
concussione
marco billi
santariga
provveditore
auto
buoni carburante
favori
Cerca nel sito