Promal. Operai in mobilità

Manoppello. Il fallimento dell'impresa specializzata nella lavorazione del legno: per sette 24/36 mesi di ammortizzatori

Promal. Operai in mobilità

VERTENZA PROMAL: SETTE IN MOBILITA'. Sette ex lavoratori della Promal srl di Manoppello scalo, impresa specializzata nella lavorazione del legno e semilavorati, potranno giovarsi della mobilità indennizzata. E’ quanto scaturito dall’incontro, tenutosi ieri in Provincia, presso il settore Lavoro, tra funzionari dell’ente, il Consulente del lavoro Dr. Alfredo Tiberio , il Curatore fallimentare dell’azienda Dr. Andrea Sapienza, il rappresentante della FILLEA Cgil Massimo Di Giovanni e gli stessi lavoratori ex dipendenti della Promal. L’azienda, dichiarata fallita lo scorso 5 luglio, non aveva  provveduto ad attivare la procedura di mobilità indennizzata, deludendo le aspettative di 7 dei 16 lavoratori che non erano riusciti ad ottenere tale misura, al contrario dei restanti 9 che già dal 2010 erano in mobilità. Ieri invece, il curatore fallimentare è riuscito, con la collaborazione degli uffici dell’assessorato guidato da Antonio Martorella, ad estendere ai  sette lavoratori un ammortizzatore sociale che consentirà loro di vivere dignitosamente almeno nei prossimi 24/36 mesi.

Reda Inde

mercoledì 26 settembre 2012, 12:32

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
lavoro
promal
manoppello
massimo di giovanni
vertenza
fallimento
ammortizzatori
Cerca nel sito