Proger vittoriosa su Piacenza 80-72 con qualche brivido nel finale

Coach Galli aveva raccomandato "Le Furie" di fare attenzione ai tre fenomeni emiliani. La cronaca della gara

Proger vittoriosa su Piacenza 80-72 con qualche brivido nel finale

PROGER VITTORIOSA SU PIACENZA 80-72 CON QUALCHE BRIVIDO NEL QUARTO FINALE. Coach Galli, alla vigilia della partita contro Piacenza, aveva raccomandato di stare attenti agli emiliani, perché, nonostante la ormai non più giovane età, hanno tre giocatori di infinita esperienza in grado di risolvere la partita con una giocata personale. Si è presentata così la Bakery Piacenza ieri pomeriggio al Palaleombroni di Chieti, con Sani Bečirovič (guardia, 196 cm, 1981), Andrija Žižić (centro, 206 cm, 1980) e il marchigiano Rodolfo Rombaldoni (play-guardia, 1976). Nomi che, solo a leggerli, mettono paura a chiunque… Lo sloveno Bečirovič, miglior marcatore dell’europeo 2005 giocato in Serbia, ha nel suo palmares un’Eurolega vinta nel 2007 con il Panatinaikos, dopo averne persa, proprio contro gli stessi, una precedente nel 2001 quando era in forze con la Fortitudo Bologna. Con i greci ha vinto anche due scudetti, impresa successivamente replicata in Slovenia; in Italia, oltre ad aver vinto una Coppa Italia con la Virtus Bologna ed una Supercoppa Italiana con la Fortitudo Bologna, ha vestito altre casacche prestigiosissime come quella dell’Olimpia Milano, della Benetton Treviso, della Virtus Roma e della Pallacanestro Varese. Il croato Žižić prima di quest’anno non aveva mai giocato nel nostro Paese, ma aveva vestito maglie prestigiose come quelle di Barcelona, Olympiacos, Panatinaikos, Galatasaray, Cibona Zagreb e Maccabi Tel Aviv, con la quale lo scorso anno si laureò campione d’Europa nelle Final Four di Milano. Con la Croazia ha giocato gli europei 2003 e 2005. Rodolfo Rombaldoni, anch’egli con passate esperienze in Eurolega nelle fila della Scaligera Verona e Fortitudo Bologna con cui vince il campionato 2005 e la relativa Supercoppa Italiana, ha vestito anche le casacche di Pistoia, Reggio Calabria, , Legea Scafati e Mens Sana Siena, con la quale si è laureato campione d’Italia nel 2007. Con la nazionale ha conquistato la medaglia d'argento alle Olimpiadi di Atene 2004. Il coach teatino ha imposto in settimana una concentrazione altissima alla squadra durante gli allenamenti, invitando i ragazzi a non cullarsi troppo sui festeggiamenti per aver centrato con largo anticipo l’obiettivo stagionale della salvezza e sul fatto che i piacentini venissero da una serie di risultati negativi. La Proger si presenta sul parquet con Monaldi, Sergio, Hamilton, Sollazzo e Ancellotti; la Bakery risponde con Gasparin, Žižić , Rombaldoni, Sorokas e la novità Stefanini, schierato in quintetto per marcare il leader teatino Adam Sollazzo. I primi minuti sono dominati da Piacenza che, sfruttando un inizio ad alto tasso di deconcentrazione da parte dei giocatori abruzzesi, prova un allungo sul 5-9. Bisogna attendere la metà della prima frazione per trovare tre triple consecutive da parte della Proger, la prima di Hamilton, inizialmente dato per claudicante viste le terapie alla caviglia in settimana, e le successive di Sergio che costringono coach Sodini al primo time out. La pausa dà la giusta carica a Piacenza ed iniziano i cambi con Rossetti che porta Piacenza sul meno 1. (19-18). Questa volta è coach Galli a chiedere la sospensione ed inserire Palermo al posto di Monaldi e Paesano per Ancellotti. Entra anche Bečirovič, che in settimana si era allenato poco a causa della solita influenza, trovando subito una tripla che impatta sul 21 pari. Nell’ultimo minuto Chieti trova la quinta tripla su sei tentativi con Matteo Palermo ed allunga chiudendo il quarto sul più 5 (26-21) grazie allo stesso giocatore che ruba palla a Rossetti e serve un assist ad Hamilton a 9 secondi dal termine. Nel secondo quarto coach Galli cerca immediatamente di imporre la sua difesa arcigna, piazzando Alessandro Paesano su Žižić ma è subito Bečirovič a segnare i primi punti anche se Piacenza è già in bonus dopo 2’20, segno di una certa ansia e di una scarsa concentrazione, che permette ai teatini di trovare quasi sempre il canestro soprattutto dalla lunga distanza, mettendo inizialmente 9 punti tra sé e Piacenza (42-33), poi allungando anche a + 15, grazie agli errori degli emiliani. Si chiude 51-38 la prima metà della gara con 11 punti di Sollazzo e con 7 fondamentali punti di Matteo Palermo. La differenza, in una partita un po’ diversa dalle solite viste negli ultimi tempi al Palaleombroni, la fanno le 6 palle perse di Piacenza contro 1 di Chieti, le 7 triple contro 4 sempre a favore dei padroni di casa ed i 7 falli di Chieti contro i 13 di Piacenza che portano 8 tiri liberi in più alla squadra di casa. Tra il primo ed il 2° tempo c’è stata una piccola ma straordinaria gara esibizione di mini-basket delle Furiette della Chieti Basket di Cesidio Di Masso. Si riparte con l’ottava tripla di squadra di Monaldi che apre i giochi della ripresa subito seguito da Rombaldoni. La frazione di gioco va avanti in modo abbastanza soporifero, con qualche tripla di marca teatina e con Piacenza molto imprecisa sotto canestro e con Stefanini, Gasparin e Rombaldoni gravati di tre falli. Il terzo quarto si chiude con uno spettacolare coast to coast di Hamilton, che chiuderà la frazione con 19 punti alla faccia dell’infortunio alla caviglia, e con l’ingresso in campo dei giovani del vivaio Marchetti, Di Giacomo e Cinalli (69-54). L’ultimo quarto è di un’intensità e di una vitalità ben diversa, inizialmente soprattutto da parte dei piacentini che approfittano di un blackout Proger fino a metà frazione e piazzano un parziale di 0-10; il risveglio teatino è targato Palermo e Sergio a 5:08 dal termine con un parziale di 73-64. Momento in cui la Bakery chiama timeout, soprattutto in funzione di una difesa Proger che si è fatta sempre più aggressiva. L’esperienza di Rombaldoni inizia a farsi largo con una tripla a 2:20 dal termine che riporta Piacenza a -4 (73-69). Un Monaldi eccellente come sempre ed in serata di grazia ammazza la partita con un fantastico uno contro uno e successivo tiro libero a 1:12 dal termine ed un favoloso coast to coast con schiacciata finale che chiude il punteggio sull’ 80-72. Un grosso plauso va ai piacentini, che sono stati bravi ad addormentare la partita nel momento per loro più delicato ed a risalire la china con grossa tranquillità e personalità, a discapito di una Proger che oggi, a tratti, ha peccato della solita pericolosissima ingenuità. E’ palese possa starci quel minimo di rilassamento mentale, alla luce del prestigioso traguardo raggiunto. Quello che non deve più accadere, dalla prossima partita in poi, è quel calo di concentrazione in vista di un traguardo inizialmente proibitivo ma non più impossibile, quale il raggiungimento dei playoff. La prossima domenica il campionato osserverà un turno di riposo per consentire lo svolgimento delle finali di Coppa Italia di serie A2, in programma dal 6 all’8 marzo a Rimini. La Proger tornerà in campo domenica 15 marzo a Scafati.

Proger Chieti - Bakery Piacenza 80-72

PROGER CHIETI: Hamilton 19 (4/7, 2/3), Monaldi 18 (4/7, 3/7), Sergio 15 (2/2, 3/6), Sollazzo 12 (3/11, 1/3), Palermo 11 (3/3, 1/3), Ancellotti 4 (1/3), Paesano 1, Cinalli, Marchetti, Di Giacomo. Coach: Massimo Galli Tiri Liberi 16/19 (84%), Tiri da 2 punti 17/36 (47%), Tiri da 3 punti 10/22 (45%), Rimbalzi Difensivi 27, Rimbalzi Offensivi 4, Assist 8, Palle Perse 8, Palle Recuperate 6, Falli Fatti 14, Falli Subiti 22.

BAKERY PIACENZA: Rombaldoni 16 (2/7, 4/6), Bečirovič 16 (4/11, 2/4), Stefanini 10 (4/8), Žižić 10 (3/8, 1/1), Sorokas 7 (2/3, ½), Gasparin 6 (3/4), Rossetti 4 (2/2), Infante 3 (1/4), Galli, Mazzocchi N.E.. Coach: Marco Sodini

Tiri Liberi 6/9 (67%), Tiri da 2 punti 21/47 (45%), Tiri da 3 punti 8/17 (47%), Rimbalzi Difensivi 27, Rimbalzi Offensivi 6, Assist 17, Palle Perse 11, Palle Recuperate 3, Falli Fatti 22, Falli Subiti 14. ARBITRI: Giulio Pepponi di Spello (PG), William Raimondo di Roma e Michele Capurro di Reggio Calabria. Spettatori 1500.

CLASSIFICA 24^ Giornata: De’ Longhi Treviso 32 Acmar Ravenna 30 Mobyt Ferrara 30 Remer Treviglio 28 Basket Recanati, Orsi Tortona, Viola Reggio Calabria 26 Proger Chieti 24 Paffoni Omegna, Costa Imola, Givova Scafati 22 Europromotion Legnano, Mec-Energy Roseto 20 Benacquista Latina 18 Bawer Matera 14 Bakery Piacenza 8

Prossimo Turno 25^giornata - 15/03/15 Costa Imola-Basket Recanati Bawer Matera-De’ Longhi Treviso Viola ReggioCalabria- Mec-Energy Roseto Mobyt Ferrara-Orsi Tortona Givova Scafati-Proger Chieti Bakery Piacenza- Benacquista Latina Paffoni Omegna- Acmar Ravenna Remer Treviglio- Europromotion Legnano

Stefano Tortoreto

lunedì 02 marzo 2015, 09:31

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
porger chieti
imola
finale
a2silver
classifica
calendario
Cerca nel sito

Identity