Prima Mascia poi Chiodi. Ncd mette in crisi tutto il centrodestra

Continua il "braccio di ferro" tra forze alleate su Pescara. Il leader di Rialzati Abruzzo Masci: «Stanno favorendo il Pd»

Prima Mascia poi Chiodi. Ncd mette in crisi tutto il centrodestra

CENTRODESTRA DIVISO DAL BRACCIO DI FERRO DEL NCD. Prima Mascia a Pescara e poi Chiodi in Regione. Il Nuovo Centro Destra di Angelino Alfano sta mettendo in discussione tutte le alleanze di centro-destra nella Regione Abruzzo con le quali i loro amministratori (Federica Chiavaroli, Filippo Piccone e Gaetano Quagliariello) sono stati eletti in Parlamento. «Ma il NCD è di centro-destra o è la stampella del PD?», è l'interrogativo di Carlo Masci, assessore al Bilancio e leader di Pescara Futura e Rialzati Abruzzo.

L'ultimatum di ieri - o Forza Italia scarica Mascia e appoggia Testa, oppure l’Ncd non punterà su Chiodi (FI) alle regionali - sta mettendo in serio pericolo il risultato elettorale del 25 maggio, sia nel capoluogo adriatico che in Regione.

 

Redazione Independent

giovedì 03 aprile 2014, 12:37

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
chiodi
regione
masci
nuovo centro destra
alleanze
chiavaroli
piccone
Cerca nel sito