Pregiudicato evade dai domiciliari ma viene arrestato sul taxi

E' stato il braccialetto elettronico ad allarmare le forze dell'ordine. Il 32enne è stato bloccato in via Di Sotto: "Volevo comprare la birra"

Pregiudicato evade dai domiciliari ma viene arrestato sul taxi

PESCARA: ARRESTATO SUL TAXI PER EVASIONE. Un soggetto noto alle forze dell'ordine, agli arresti domiciliari col braccialetto elettronico, è stato arrestato ieri sera in via Di Sotto nel quartiere Colli di Pescara per il reato di evasione. Era stato proprio il dispositivo a far scattare l'allarme. Così una pattuglia è riuscita ad individuare il pregiudicato a bordo di un taxi. "Volevo solo comprare della birra", ha riferito il 32enne Z.E. agli agenti ma in realtà, come dimostrato dalle testimonianze, era stato accompagnato sia nella zona di San Donato che in quella di Fontanelle. Il tassista ha riferito di essersi recato in alcune abitazioni private per almeno 10-15 minuti. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione in attesa del rito per direttissima previsto in data odierna.

Redazione Independent

giovedì 02 luglio 2015, 11:04

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
domiciliari
pescara
via di sotto
braccialetto elettronico
taxi
evaso
notizie
Cerca nel sito

Identity