Politica. Berlusconi "americano" e lancia l'idea del partito unico

L'idea e' di raggruppare i moderati in un unico blocco per contrastare i democratici. Ma Salvini dice no: "Non sono interessato ai miniestroni"

Politica. Berlusconi "americano" e lancia l'idea del partito unico

BERLUSCONI FA L'AMERICANO E LANCIA L'IDEA DEL PARTITO UNICO. Silvio Berlusconi ha lanciato la proposta per la creazione di un partito unico definito repubblicano, sulla scia di quello americano. L'idea e' di raggruppare i moderati in un unico blocco per contrastare i democratici. Non sarebbe male. Negli Stati Un iti funziona perche' i partiti che valgono sono appunto due e soltanto uno, ovviamente, puo' contare alla vittoria. Sia per gli Stati (ossia le nostre Regioni) sia per l'elezione del presidente. Parlare oggi di due partiti all'americana per l'Italia sembra fuori tempo, o forse dovrei dire fuori concetto. Infatti il concetto di bloccho unico non puo' attecchire in una nazione (come la nostra) dove si agitano dozzine di partiti e partitini pronti a scannarsi (piu' o meno). Basta tornare indietro con la memoria e seguire la scia degli eventi politici. Ricordate i nomi di tutti i partiti che hanno avuto vita (spesso molto breve) in Italia? Una volta c'era perifno il partito della bistecca. C'e' poco da ridere. Riunire sotto una bandiera gli italiani che la vedono a un certo modo e' un compito oserei dire impossibile. Siamo onesti. Da noi il cirradino vede la politica come un mezzo per "sfondare" nella direzione del successo personale. Se mi sei antipatico, anche se politicamente la vedo un po' come te, non ti voto, anzi cerco di bloccarti. C'e' qualcuno che puo' dirmi che non e' cosi? Certo, anche negli Stati Uniti ci sono divisioni, gelosie, invidie nel campo politico. Tuttavia il sistema blocca le velleita' in quanto al cittadino spetta un voto e vince le elezioni chi riceve piu' voti. In Italia si ha l'impressione che chiunque ami la politica tenta di creare un proprio movimento, se non proprio un partito, capace di ottenere uno due tre percento nelle elezioni. Porprio a causa dei numeri di partiti, chi ha la percentuale piu' alta subito cerca l'aiuto del partitino per rinforzare il gruppo. E' andato avanti cosi' per tanti anni. E i nostri lettori lo sanno benissimo. Quindi, se si cerca di creare il partito repubblicano italiano; bisognera' sperare nel mutamento della mentalita' di casa nostra per quanto riguarda appunto la politica. Ma gia' nel momento in cui si cerchera' di materializzare la proposta di Berlusconi, subito usciranno fuori polemiche, litigi che vieteranno il consolidamento del nuovo partito. Succedera' per i repubblicani italici cosi' come sta succedendo per i democratici. Ammettamolo: siamo un popolo che ama il personalismo, e con questo intendo dire ognuno vuole avere successo, quello personale che non puo' diventare di gruppo. A meno di un miracolo.

Foto: Pep Marchegiani

Benny Manocchia

venerdì 15 maggio 2015, 10:22

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
silvio berlusconi
partito unico
matteo renzi
italia
democristiano
lega nord
Cerca nel sito