Pescara, un protocollo d’intesa per rilanciare il Conservatorio

Il Presidente della Provincia Di Marco è stato oggi in visita a Palazzo Mezzopreti: "L'accordo sancirà la valorizzazione di questa preziosa istituzione musicale"

Pescara, un protocollo d’intesa per rilanciare il Conservatorio

RILANCIARE CONSERVATORIO. “Un protocollo di intesa tra il Conservatorio di musica “Luisa D’Annunzio” e i Comuni della provincia di Pescara sancirà il rilancio e la valorizzazione di questa preziosa istituzione musicale della provincia di Pescara, che si inserisce, con la sua attività, nel processo di rivitalizzazione culturale che intendo mettere in atto su tutto il territorio, e anche per i Comuni più piccoli”. Così Antonio Di Marco, presidente della Provincia di Pescara, al termine della sua visita al Conservatorio di Pescara, nella sede di Palazzo Mezzopreti, dove ha incontrato il direttore Massimo Magri.

UN'ECCELLENZA DI PESCARA. Di Marco si è recato presso l’istituto superiore, come stabilito nel calendario dei sopralluoghi che sta effettuando giornalmente anche per prendere visione in modo diretto delle problematiche e delle realtà con cui la Provincia si trova a fare i conti. “Le due sedi del conservatorio (Palazzo viale Bovio - ex sede del Comune di Castellamare e lo storico Palazzo della famiglia Mezzopreti) sono di proprietà della Provincia di Pescara – dichiara Di Marco – e come tale rimarranno anche in futuro, essendo la competenza sull’edilizia scolastica una delle funzioni rimaste all’Ente”.

L'IMPEGNO DELLA PROVINCIA. Dunque la sua manutenzione è affidata appunto alla gestione di Palazzo dei Marmi, come anche l’eventuale ampliamento o ammodernamento. Al di là degli interventi previsti per la manutenzione ordinaria degli edifici e dell’auditorium, quello su cui si è discusso nel corso dell’incontro è stato il tema dell’eventuale utilizzo, da parte di Provincia e Comuni, di altre parti della struttura, e di come le manifestazioni indette dal Conservatorio possano interessare il territorio. Proprio questi due argomenti saranno oggetto del protocollo di intesa che la dirigente al patrimonio, Nicoletta Bucco, sta predisponendo per portarlo alla sua approvazione e divulgazione.

“Nel protocollo – conclude Di Marco – si sancirà una collaborazione stretta per le manifestazioni culturali dei Comuni, prevedendo la partecipazione di musicisti e allievi del Conservatorio; si darà spazio agli eventi dell’istituto di alta formazione, prevedendo un apposito spazio pubblico sul sito della Provincia di Pescara, e si darà l’opportunità, a Comuni, associazioni e artisti emergenti, di utilizzare le “Cantine dell’Arte” (le vecchie cantine del Palazzo) per organizzare mostre ed esposizioni di vario genere”.

Gli Indipendenti

lunedì 16 febbraio 2015, 17:16

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
conservatorio
pescara
attualita
dimarco
palazzo
mezzopreti
Cerca nel sito