Pescara, torna l'incubo knockout game: giovane steso sul lungomare

Ennesimo episodio di violenza spietata. La vittima è finita in ospedale in stato di incoscienza e col volto tumefatto dal pugno

Pescara, torna l'incubo knockout game: giovane steso sul lungomare
ATROCE EPISODIO DI VIOLENZA SUL LUNGOMARE DI PESCARA. Un 40enne di Spoltore è finito in ospedale a Pescara con il setto nasale spaccato e diverse ferite al volto in seguito ad un'aggressione subita, giovedì sera, sul lungomare di Pescara Nord all'altezza degli stabilimenti balneari 'La Lampara' e 'Le Naiadi'.

Secondo una prima ricostruzione la vittima era in compagnia della ragazza quando quest'ultima è stata avvicinata da un ragazzo italiano che ha cominciato ad importunarla. Ad un certo punto, visto che non la smetteva di infastidire, si è intromesso il fidanzato il quale gli ha chiesto che cosa stesse facendo e di andarsene da un'altra parte. Ed è in quel punto che si consuma l'episodio di violenza feroce. Il molestatore, per nulla intimorito, sferra un pugno al volto dell'uomo facendolo svenire a terra in un lago di sangue mentre la fidanzata urlava disperata.

Forse è stato usato anche un tirapugni perchè il volto del giovane presenta diversi tagli oltre che la rottura del setto nasale.

Purtroppo non è l'unico caso di questo tipo che si è registrato a Pescara e che sembra ispirarsi alla terribile moda americana del knockout game dove le persone vengono aggredite e colpite, con calci e pugni, a casaccio. A fine giugno è stato individuato un branco di soggetti neppure ventenni che aggredivano persone a passeggio sul lungomare a casaccio per puro divertimento.

Adesso toccherà agli inquirenti individuare questo soggetto pericoloso.
Redazione Independent
 

domenica 26 luglio 2015, 08:28

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
knockout game
spoltore
giovane
lungomare
lampara
naiadi
stabilimenti
Cerca nel sito

Identity