Pescara, scatta la lotta allo smog monitorando il mare

Stazione meteorologica e analizzatore dell'ozono sulla Torre Posidonia a 5 km dalla costa

Pescara, scatta la lotta allo smog monitorando il mare

DALLO SMOG AL MARE. La lotta allo smog nell'area di Pescara passa anche attraverso il monitoraggio dell'atmosfera in mare aperto. Dalla collaborazione tra il Centro di Eccellenza Cetemps dell'Università dell'Aquila, il Cirsam e la Posidonia è nata l'idea di installare una stazione meteorologica ed un analizzatore di ozono sulla Torre a mare Posidonia a 5.3 km dalla costa.

UNA BELLA IDEA. La stazione è unica in Adriatico e i dati di temperatura, umidità, pressione, ozono, direzione e velocità del vento, verranno trasmessi in tempo reale ad un server del Cetemps che provvederà a renderli pubblici su una pagina web. La strumentazione scientifica ha richiesto il potenziamento del sistema a pannelli solari per la produzione di energia elettrica presente sulla Torre Posidonia.

Un primo contributo che può venire dalle misure in mare è sulla comprensione degli effetti della brezza marina nel degrado della qualità dell'aria nell'area metropolitana di Pescara, integrando i dati off-shore con quelli sulla costa della rete osservativa Arta.

La sentinella ambientale

martedì 02 febbraio 2016, 19:56

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
smog
mare
ambiente
pescara
arta
controllo
inquinamento
Cerca nel sito