Pescara, incontri nelle scuole su dipendenze e ludopatie

Al via da venerdì il ciclo di dibattiti. Si comincia dall'Istituto Aterno Manthonè con un appuntamento dedicato alle dipendenze da alcol

Pescara, incontri nelle scuole su dipendenze e ludopatie

INCONTRI NELLE SCUOLE SULLE DIPENDENZE. Al via da venerdì 20 febbraio, a Pescara, un ciclo di incontri dedicati alle dipendenze e alle ludopatie che nasce da un progetto della Commissione Consiliare Sport e Sanità presieduta dal consigliere Adamo Scurti, promosso dalla Presidenza del Consiglio Comunale. Per segnalazioni in merito a dipendenze da alcol, c'è il numero dell'Associazione Alcolisti Anonimi: 335-1949584 / 800411406.

“Si parte dall'alcol, ma gli appuntamenti riguarderanno diverse tematiche – illustra il consigliere Adamo Scurti – Stiamo predisponendo un calendario con le altre scuole, molte ci hanno dato subito collaborazione, come collaborazione arriva da associazioni e settori della Asl preposti ad attività di prevenzione su tali argomenti. Il ciclo sarà su incontri tematici: il primo su alcol, poi su droghe, ludopatie e disturbi alimentari”.

“Vogliamo cercare un dialogo con i giovani e farlo attraverso quelli che sono problematiche che li coinvolgono – così la vicepresidente del Consiglio Comunale Lola Gabriella Berardi – Gli incontri daranno risposte, ma nascono per affrontare le domande che chi si trova in una situazione di disagio si pone”.

“Un'iniziativa che l'amministrazione coglie con grande favore – aggiunge l'assessore alle Politiche Sociali Giuliano Diodati – Viviamo in una situazione in cui il rischio purtroppo non è più latente, ci sono problemi in cui soprattutto i giovani finiscono per trovarsi ed è insispensabile andare loro incontro prevenendo il problema, spiegando le conseguenze di certe abitudini. Le istituzioni devono fare da riferimento e da supporto alle famiglie”.

“Abbiamo aderito perché dobbiamo rispondere in pieno alla necessità di educare i ragazzi – sottolinea la preside dell'Istituto Aterno-Manthoné, Antonella Sanvitale – ma senza seria alleanza fra tutte le realtà educative sul territorio, non si può andare avanti. Noi lo facciamo con fierezza per il bene dei ragazzi. Venerdì si parte con il primo incontro con l'associazione degli Alcolisti Anonimi e i ragazzi faranno il primo intervento durante l'assemblea d'Istituto che gestiranno loro, l'incontro è dedicato ai ragazzi degli utlimi tre anni. Durante l'assemblea ospiteranno testimonianze dirette, storie da cui trarre insegnamenti. Si parte dalla realtà. Primo step sarà quello di illustrare un “uso corretto dell'alcol” l'associazione Alcolisti Anonimi si racconterà e aprirà la discussione sull'importanza della prevenzione”.

“Parliamo di forme di disagio che vanno affrontate – aggiunge la vicepresidente della Commissione Sanità Tiziana Di Giampietro – La scuola può intervenire nell'integrare i modelli che non si sono avuti in famiglia, anche solo con la conoscenza della situazione relativa ai ragazzi. Spesso si avvicinano a questi problemi senza renderci conto delle conseguenze, che è un problema che investe i giovani, ludopatia come le dipendenze da droga e alcol e i disturbi alimentari. Ci sono dati allarmanti che chiedono alle istituzioni di fare la propria parte”.

Redazione Pescara

mercoledì 18 febbraio 2015, 17:33

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
diodati
dipendenze
attualita
ludopatia
Cerca nel sito

Identity