Pescara 0 Milan 4 (Mah!)

I rossoneri passeggiano all'Adriatico con Balotelli (2), Muntari e Flamini. Quale futuro senza Zeman?

Pescara 0 Milan 4 (Mah!)

PESCARA 0 MILAN 4
Reti: 10' rig. e 58' Balotelli, 33' Muntari, 51' Flamini
Pescara: Perin, Cascione (75' Mancini), Capuano, Zauri, Sculli (46' Celik), Balzano, Rizzo, Togni, Cosic, Sforzini, Di Francesco (87' Catalano). In panchina: Falso, Zanon, Kroldrup, Bjarnason, Abbruscato, Bocchetti, Bianchi Arce, Iannascoli, Caraglio. All. Bucchi-Nobili
Milan: Abbiati, Muntari, Robinho (73' El Shaarawy), Nocerino, Flamini (60' Traorè), Zapata, Niang (64' Pazzini), Abate, Constant, Balotelli, Yepes. In panchina: Amelia, Gabriel, De Sciglio, Mexes, Salamon, Ambrosini, Cristante, Zaccardo. All. Allegri
Ammoniti: Rizzo
Arbitro: Carmine Russo di Nola. Assistenti: Dobosz di Roma 2 e La Rocca di Ercolano. IV Uomo: Rubino di Salerno. Addizionali: Damato di Barletta e Pinzani di Empoli

LA GARA. Il Milan avrebbe faticato di più se si fosse giocata un'amichevole estiva. Senza fare più di tanto, infatti, Balotelli & C. sono riusciti a fare neri i biancazzurri già con la testa alla spiaggia. Chissà se al Conte Max, in panchina al Diavolo, saranno tornati in mente i momenti nei quali tra Pescara e Milan c'era partita. A noi, che sugli spalti si quel famoso 4-5 col Gale in panchina, più di una volta. Ma del resto è passata una vita. Difficile commentare la gara di oggi per via delle motivazioni (inesistenti) dei biancazzurri che non hanno neanche provato a contrastare con un minimo d'orgoglio l'avversario. Ma del resto, contro queste statue alte, nere, crestate e cattive, era impossibile fare diversamente. I nostri sono sembrati tutti troppo inadeguati. Ecco, bisognerà ripartire da qui: l'importante sarà tornare ad essere adeguati per la categoria.

PRIMO TEMPO. Passano soli 3' e il Milan va vicinissimo al vantaggio con una clamorosa traversa di Balotelli che, da pochi passi, non riesce a mettere la palla nel sacco su azione di calcio d'angolo. Al 9' Cosic viene a contatto con Nocerino al limite dell'area biancazzurra e per Russo è rigore: dal dischetto non sbaglia Balotelli. Si vede Niang al 23' quando, sulla fascia destra, punta Balzano e scarica un destro che lambisce il secondo palo di Perin. Prima azione del Pescara al 27': Togni lancia Sculli che, entrando pressato in area, tenta il diagonale di sinistro, ma ne esce un cross basso sul quale non arriva Sforzini. Il Milan non affonda più di tanto, ma raddoppia su calcio d'angolo con un tiro sporco di Muntari al volo: Perin va a farfalle, la palla batte sulla traversa ed entra in rete. Tutto facile.

SECONDO TEMPO. Si ricomincia da dove eravamo rimasti, ossia con un gol del Milan: Zauri sbaglia il tocco all'indietro per Perin, campo libero per Robinho sul lato corto dell'area biancazzurra, cross per l'accorrente Flamini e palla in rete. Perin non fa altro che raccattare palloni in rete: al 58' cross di Flamini dalla destra, Balotelli deve solo evitare la marcatura (e questo è abbastanza semplice) da parte di Capuano, girata in porta e 0-4. Al 69' Perin blocca a terra un diagonale di Pazzini lanciato da un lob di Balotelli sul filo del fuorigioco. Difesa del Pescara imbarazzante al 77': Balotelli fa fuori un paio di biancazzurri nello stretto, serve palla al centro dove Pazzini ed El Shaarawy solo con la presenza intimoriscono la retroguardia abruzzese, poi è Cosic a rifugiarsi goffamente in angolo. Poco altro fino alla fine per chiudere questa gara che non è stata tale.


Fernando Errichi

Nota di Redazione

Se ti è piaciuto questo articolo clicca una volta sul banner pubblicitario che vedi sopra. Grazie.

mercoledì 08 maggio 2013, 20:02

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
milan
risultato
pagelle
serie a
notizie
Cerca nel sito

Identity

Attualità

di Benny Manocchia

Se questa è Europa

Società

di Benny Manocchia

Americani senza Dio

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?