Parco "Costa dei Trabocchi", la legge regionale per fermare le Trivelle era incostituzionale

La Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimità della legge della Regione Abruzzo del 6 novembre 2016

Parco "Costa dei Trabocchi", la legge regionale per fermare le Trivelle era incostituzionale

PARCO COSTA DEI TRABOCCHI. LA LEGGE PER FERMARE LE TRIVELLE ERA INCOSTITUZIONALE.  Con sentenza n. 36  depositata il 15 febbraio scorso la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale degli artt. 1, comma 1; 2, commi 1, 2 e 4; 3, comma 1; 6, 7 e 9 della legge della Regione Abruzzo 6 novembre 2015, n. 38, recante l’Istituzione del Parco Naturale Regionale Costa dei Trabocchi.

"Le motivazioni con cui la Corte Costituzionale - spiega Confindustria Abruzzo - ha pesantemente censurato di illegittimità la legge n. 38 del 2015, che intendeva istituire un parco marino, sono infatti esattamente le stesse che Confindustria evidenziò opponendosi all’epoca dell’approvazione del testo di legge, con la quale il Legislatore regionale voleva impedire l’operatività della concessione mineraria della Rockhopper. Infatti lo stesso governo regionale attraverso suoi esponenti perorò pubblicamente la legge regionale pur nella consapevolezza dell’illegittimità del provvedimento stesso. La sentenza della Suprema Corte pone quindi fine alla penosa vicenda che, oltre a testimoniare l’intento espresso del legislatore regionale di voler contrastare un legittimo progetto imprenditoriale, ha comportato anche un costo economico della procedura, durata oltre un anno, di cui dovrebbero essere chiamati a rispondere i promotori della legge".

Redazione Independent

venerdì 17 febbraio 2017, 17:24

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
parco costa teatina
corte costituzionale
legge illegittima
riserva marina
notizie
abruzzo
Cerca nel sito

Identity