Pagare tutti (pagare meno?)

Lotta alle frodi fiscali e gli sprechi. Il Comune fornirà i nominativi "sospetti" alla Guardia di Finanza

Pagare tutti (pagare meno?)

Si stringe la maglia della lotta all’evasione sul territorio di Pescara. L'Amministrazione Comunale e Comando Regionale della Guardia di Finanza hanno infatti stipulato un Protocollo d’Intesa ad hoc per incrementare i controlli ai fini del contrasto all’evasione dei Tributi locali e della percezione illecita di prestazioni sociali agevolate. «L’obiettivo non è ovviamente quello di vessare gli utenti, ma piuttosto di tutelare i contribuenti che, nel rispetto delle regole, pagano le imposte, scovando i ‘furbi'». Lo ha detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia che stamane ha sottoscritto il Protocollo d’Intesa con il Comandante Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza Generale Francesco Attardi, alla presenza anche del Comandante provinciale delle Fiamme Gialle, colonnello Mauro Odorisio, e dell’assessore comunale ai Tributi Massimo Filippello.

ATTARDI: «ATTENZIONE MASSIMA AGLI SPRECHI». Il Generale Attardi ha affermato che l’attuale periodo di crisi ha fatto “innalzare” il livello di attenzione sui temi della tutela delle risorse dello Stato e degli Enti locali. «La Gdf - ha spiegato - non sta chiusa nel "palazzo", senza guardare fuori dalla finestra, ma oggi, “in silenzio e a fari spenti”, continua a lavorare per individuare le migliori pratiche per ridurre sprechi e inefficienze,  anche davanti alla stessa opinione pubblica, più attenta di fronte agli episodi di mala-gestione o di sperpero delle risorse. Proprio per tutelare i contribuenti e l’economia - ha aggiunto - cerchiamo di porci come tutori dell’economia legale, dalla parte degli imprenditori onesti e collaboriamo, sviluppando sinergie, con enti locali, associazioni di categoria, aziende sanitarie e università, unendo le forze in un comune impegno contro la cultura dell’illegalità».

COSA PREVEDE L'ACCORDO. Secondo quanto stabilito nel Protocollo d’intesa, Comune e Guardia di Finanza si impegnano a collaborare, secondo le rispettive funzioni e competenze. Il Comune di Pescara fornirà al Comando Regionale della Guardia di Finanza i nominativi, o elenchi di nominativi, anche eventualmente attraverso procedure informatizzate, dei beneficiari di prestazioni agevolate pubbliche nonché i nominativi sui quali emergono fondati dubbi in merito alla veridicità della dichiarazione e inoltre, su richiesta, dello stesso Comando, documentazione e assistenza utile allo scopo dei controlli predisposti. Dal canto suo il Comando Regionale della Guardia di Finanza effettuerà i controlli sui beneficiari segnalati dall’Amministrazione comunale e darà comunicazione al Comune su violazioni di natura amministrativa e penale eventualmente rilevate.

twitter@subdirettore

venerdì 15 febbraio 2013, 14:19

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
evasione
fiscale
controlli
fisco
pescara
negozi
mascia
Cerca nel sito