Omicidio Vasto: chiesto il "rito abbreviato" condizionato per l'assassino. Udienza il 10 marzo

I legali di Fabio Di Lello hanno preannunciato la richiesta condizionata alla perizia psichiatrica ed alla premeditazione del delitto

Omicidio Vasto: chiesto il "rito abbreviato" condizionato per l'assassino. Udienza il 10 marzo

OMICIDIO VASTO: CHIESTO IL RITO ABBREVIATO PER L'ASSASSINO. UDIENZA IL 10 MARZO. I legali di Fabio Di Lello, il panettiere 34enne accusato di omicidio volontario premeditato per avere sparato e ucciso il 21enne vastese Italo D'Elisa, hanno preannunciato la richiesta di rito abbreviato condizionato a perizia psichiatrica e all'esclusione della premeditazione del delitto. "L'imputato - ha sostenuto la difesa condotta da Giovanni Cerella e Pierpaolo Andreoni - ha acquistato la pistola sei mesi prima del delitto perche' era intenzionato ad usarla contro se stesso". Nel frattempo questa mattina, nel processo in Corte d'Assise, a Lanciano, i familiari di D'Elisa - hanno presentato la costituzione di parte civile patrocinati dagli avvocati Pompeo Del Re e Gianrico Ranaldi. La prossima udienza è stata fissata per il 10 marzo.

Redazione Independent

giovedì 02 marzo 2017, 14:36

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
omicidio vasto
fabio di lello
ergastolo
giampiero di florio
italo d\'elisa
notizie vasto
Cerca nel sito

Identity