Omicidio Teresa Bottega. Chiesti 16 anni per Morrone

Ventritrè scompariva la 36enne di Villa Raspa di Spoltore. Il delitto confessato ad un sacerdote: «L'ho uccisa io»

Omicidio Teresa Bottega. Chiesti 16 anni per Morrone

Sono trascorsi ben ventitre anni dalla scomparsa di Teresa Bottega, all'epoca 35enne e madre di due bambini, dalla sua abitazione di Spoltore ed oggi il pubblico ministero della procura di Pescara, Valentina D'Agostino, ha chiesto la condanna a 16 anni di reclusione per il marito, Giulio Cesare Morrone, 59 anni, reo confesso di omicidio.

Secondo la confessione, maturata dopo un incredibile confidenza fatta a sdistanza di anni ad un sacerdote, il Morrone avrebbe ucciso la moglie dentro l'abitazione a Villa Raspa di Spoltore e poi l'ha eliminata facendo sparire durante una notte, gettando il cadavere lungo un torrente in provincia di Ferrara.

Il corpo della povera Teresa Bottega non venne mai ritrovato.

Redazione Independent

giovedì 07 novembre 2013, 16:18

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
teresa bottega
omicidio
villaraspa
marito
spoltore
Cerca nel sito