Omicidio Rea, la difesa: "L'impronta della scarpa non è di Parolisi"

Si punta alla concessione della valutazione di un nuovo elemento di prova secondo cui sul luogo del delitto c'era qualcun altro che non era Salvatore

Omicidio Rea, la difesa: "L'impronta della scarpa non è di Parolisi"

PAROLISI: REVISIONE PARZIALE DEL PROCESSO? Una nuova perizia della difesa potrebbe aprire alla possibilita' di una revisione parziale del processo a carico di Salvatore Parolisi, in carcere per la morte della moglie Carmela "Melania" Rea.

MA CHI C'ERA SUL LUOGO DEL DELITTO? Si punta, infatti, alla concessione della valutazione di un nuovo elemento di prova secondo cui sul luogo del delitto c'era qualcun altro che non era Parolisi, ma forse l'assassino. Si tratta dell'impronta di scarpa insanguinata isolata dagli investigatori alla base del chiosco situato alle Casermette di Civitella del Tronto, nei pressi del quale venne ritrovato il corpo senza vita di Melania, uccisa il 18 aprile 2011 con 35 coltellate.

Redazione Teramo

mercoledì 26 novembre 2014, 07:04

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
omicidio
melania
parolisi
cronaca
teramo
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!