Omicidio Bomba, nipote assolto da accusa uccisione nonna. Assolto ‘perché il fatto non sussiste’

Emilio Teti era rimasto in carcere 15 mesi con queste accuse infamanti. La perizia del medico legale lo ha scagionato da tutte le accuse

Omicidio Bomba, nipote assolto da accusa uccisione nonna. Assolto ‘perché il fatto non sussiste’

OMICIDIO DI BOMBA: EMILIO TETI (43) ASSOLTO 'PERCHE IL FATTO NON SUSSISTE'. Emilio Teti, 43 anni, è stato assolto dalla gravissima accusa di avere ucciso la nonna Eliane Grimount nel 2015. La decisione del Gup di Lanciano, Marina Valente, è stata presa al termine del rito abbreviato.

Arrestato il 25 ottobre 2015 rimase in carcere 15 mesi. Il suo difensore, l’avvocato Massimiliano Piacentino Sichetti, ha oggi annunciato che il suo assistito chiederà il risarcimento per ingiusta detenzione, citando il ministero della Giustizia.

La perizia del medico legale Cristian D’Ovidio ha definitivamente escluso ogni responsabilità dell’imputato, concludendo che la morte della donna era sopravvenuta per un’insufficienza cardiaca acuta e sovraccarico polmonare e grave stato di malnutrizione.

Teti è stato inoltre assolto anche per i presunti maltrattamenti nei confronti della madre, figlia della Grimount.

Redazione Independent

lunedì 13 novembre 2017, 18:58

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
emilio teti
assolto
ultime notizie
bomba
morte nonna
omicidio
Cerca nel sito

Identity