Nuovo Governo in Israele

Netanyahu forma un nuovo esecutivo coi partiti di centrodestra. Obama in visita ufficiale

Nuovo Governo in Israele

NETANYAHU FORMA UN NUOVO GOVERNO. Benyamin Netanyahu è riuscito a trovare un accordo per formare un governo di coalizione con i partiti di centro-destra. Dopo il risultato elettorale del 22 gennaio, il presidente israeliano Shimon Peres aveva incaricato Benyamin Netanyahu, di dar vita ad un nuovo governo in quanto il suo partito, il Likud, pur pesantemente ridimensionato dal voto anticipato, è risultato comunque il primo partito con 31 parlamentari su 120. Finalmente dopo un mese di trattative Netanyahu, è riuscito a trovare l'accordo con il partito di centro Yesh Atid, la vera sorpresa elettorale, il cui leader, Yar Lapid, è una ex star della televisione ebraica. Yesh Atib è un partito laicista che in campagna elettorale si è battuto per eliminare il privilegio degli ultra ortodossi che sono esentati dal servizio militare. Oltre all'altro partito di centro HaTnuah, appoggiano la coalizione anche i sionisti di Habayit HaYehudi, un partito che è nettamente contrario all'abbandono dei territori occupati dai coloni. Netanyahu per poter formare il governo ha dovuto sacrificare gli alleati di sempre, le coalizioni religiose ultra ortodosse che nel frattempo si sono alleate con i partiti di centro sinistra. Restano fuori da ogni accordo i partiti della minoranza palestinese.

NON CAMBIA LA POLITICA NEI TERRITORI OCCUPATI. Non sembra quindi ci siano prospettive per un cambiamento della politica in Cisgiordania dove nel frattempo un giovane palestinese di 25 anni è stato ammazzato da soldati dell'esercito portando a a 7 il numero dei civili disarmati eliminati dall'inizio dell'anno. Accettando l'incarico, il premier, per cui la sicurezza dello stato è la "priorità assoluta", ha espresso parere nettamente contrario al programma nucleare iraniano. Ha anche invitato il presidente dell'Autorità Palestinese a riprendere i negoziati.

OBAMA IN VISITA UFFICIALE IN ISRAELE. Il presidente USA la settimana prossima sarà in volo a Tel Aviv per affrontare con il governo di centro-destra, che nel frattempo si è insediato, gli scottanti temi che investono il medio oriente a partire dalla questione palestinese, a quella della guerra civile in Siria e a quella dell'armamento nucleare dell'Iran.

Clemente Manzo

giovedì 14 marzo 2013, 18:07

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
israele
netanyahu
obama
habayit hayehundi
territori
occupati
Cerca nel sito