Nuove tecniche di pesca dal mondo

L'Abruzzo è un meta privilegiata per gli amanti della pesca. Scopri dove andare a pescare: laghi, fiumi o mare

Nuove tecniche di pesca dal mondo

NUOVE TECNICHE DI PESCA NEL MONDO.  Per i turisti l'Abruzzo rappresenta una meta ideale. Città come L'Aquila e Pescara sono ricche di monumenti e di storia. Gli escursionisti hanno a disposizione sia il Parco nazionale della Majella, che il Parco nazionale del Gran Sasso per soddisfare le loro passioni. Splendido, sia per il mare che l'entroterra rigoglioso, l'Abruzzo offre la possibilità di una vacanza diversa soprattutto se si è amanti delle passeggiate tra i boschi e in riva ai laghi. A maggior ragione se si pratica la pesca in acque dolci, perché qui le occasioni non mancano.

L'ABRUZZO E I LAGHI. Nei pressi di L'Aquila c'è il lago di Campotosto, dove è possibile pescare solo col tesserino giornaliero. Con il Gran Sasso sullo sfondo questo lago è anche una meta apprezzata dai campeggiatori e dagli escursionisti. Caratteristico di questo lago è il Coregone. A Raiano c'è il lago La Quaglia. Sottomesso rispetto alla strada carrabile lo si raggiunge facilmente a piedi tramite delle scalette. Si trovano carassi e carpe, e dei discreti Black Bass.

I FIUMI DOVE PESCARE. Vicino Montorio invece si trova il fiume Vomano. Presenta un letto largo poco meno di 5 metri con acque anche impetuose. Le regine di queste acque sono la trota Fario e la trota Iridea, i cui esemplari si aggirano mediamente sui 25 centimetri. I turisti che vengono per pescare sanno che queste occasioni vanno sfruttate al massimo con una buona attrezzatura da pesca: in rete non mancano i siti dedicati, che forniscono una panoramica degli strumenti più adatti per questo tipo di attività. Bisogna ricordare infatti che l’attrezzatura deve essere non solo di qualità, ma anche adatta alla tecnica che hanno deciso di praticare.

PESCA AL MARE. Sicuramente saranno più che esperti delle nuove tecniche di pesca, come quella del Vertical Jigging, che usa delle esche metalliche pesciformi da lanciare verticalmente e far risalire a scatti, o quella dello Slow Pitch, simile alla precedente ma caratterizzata da un movimento lento e roteante dell'esca in risalita, o quella sostenibile del bianchetto e del rossetto al posto dello strascico. Certo una volta non si pescava così!

Dunque esistono tecniche e attrezzature per ogni tipo di pesca e il nostro Abruzzo, grazie alla sua varietà ambientale e alla presenza di corsi d'acqua dolce e allo stesso tempo del mare, da la possibilità di provarle tutte. 

 

Redazione Independent

lunedì 12 settembre 2016, 17:09

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pesca
abruzzo
acque dolci
black bass
lago la quaglia
lago di campotosto
parco nazionale
vertical jigging
Cerca nel sito