Numeri da record per il #Fla2016

Con 25.000 spettatori suddivisi in quattro giorni di eventi (dal 10 al 13 novembre 2016) l’edizione 2016 del FLA Pescara Festival si conferma la migliore di sempre

Numeri da record per il #Fla2016

NUMERI DA RECORD PER IL #FLA16. Con un bilancio di circa 25.000 presenze, suddivise in quattro giorni di eventi per un totale di 300 ore di incontri, presentazioni, reading, spettacoli e concerti, il FLA Pescara Festival si consacra come uno degli appuntamenti letterari più seguiti e partecipati non solo d’Abruzzo, ma di tutta Italia. La XIV edizione della kermesse, organizzata dall’agenzia Mente Locale di Vincenzo D’Aquino con la direzione artistica del giornalista e direttore del Post Luca Sofri, si è svolta da giovedì 10 a domenica 13 novembre 2016 in 20 differenti location, distribuite tra i luoghi più suggestivi del centro storico di Pescara, il centro cittadino e altri spazi dell’hinterland al di fuori del circuito canonico del festival.

Ottanta volontari hanno accompagnato e guidato gli ospiti alla scoperta della città e hanno garantito la copertura in tempo reale sui social delle 300 ore di programmazione del festival. Sono stati oltre 150 gli incontri in cartellone, inaugurati quest’anno dalla presenza eccezionale del Presidente del Consiglio Matteo Renzi che, per la prima volta nella storia della nostra regione, ha voluto presenziare al taglio del nastro di una delle manifestazioni divenute, negli anni, un saldo punto di riferimento e d’incontro di tutta la filiera culturale locale e nazionale. Il guru della musica indipendente italiana, il cantautore Eugenio Finardi, con il suo sound inconfondibile e alcuni tra i successi più rappresentativi della sua discografia eseguiti in versione acustica, ha invece chiuso il FLA Pescara Festiva tra gli applausi di centinaia di spettatori. L’offerta letteraria di qualità, grazie a scrittori del calibro di Susanna Tamaro, Gianrico Carofiglio, Marco Malvaldi, Andrea Bajani, Giorgio Fontana, Paolo Zardi e Licia Troisi è stata abbinata alla partecipazione dei protagonisti del dibattito giornalistico nazionale quali Mario Calabresi, Giovanni Floris, Corrado Formigli, Sergio Staino e Francesco Costa. Ma il FLA non è stato solo letteratura e giornalismo. Nei quattro giorni di festival il pubblico ha approfondito il mondo del fumetto con le testimonianze di Gipi e Mattia Labadessa, è stato catapultato nell’universo multiforme del web con Sofia Viscardi e Fabio Celenza, ha dibattuto di tematiche sociali con Paolo Crepet, Giuseppe Civati e Goffredo Fofi ed è persino tornato indietro nel tempo agli anni dei mondiali di Spagna ’82 grazie agli aneddoti di Marco Tardelli.

Lo staff di Mente Locale è già al lavoro per la prossima edizione della kermesse: il #FLA17 si terrà a Pescara dal 9 al 12 novembre 2017.

 "Il FLA – commenta il direttore artistico Luca Sofri - ha confermato quest’anno il salto di qualità nel diventare il principale evento del suo genere a Pescara e in Abruzzo: abbiamo lavorato cinque anni verso questo obiettivo, raggiunto grazie alla partecipazione di tutti, per primo il pubblico. Adesso il FLA deve superare se stesso, e usare questo risultato per offrire altre e nuove cose alla regione, sia durante il resto dell’anno sia con un programma 2017 ancora più inventivo"

"Ringrazio – dice il direttore del FLA Vincenzo d'Aquino – tutti coloro che sono venuti a trovarci: sono stati più numerosi dell'anno scorso, più di ogni altro anno. Grazie per essere tornati, per averci dato ancora una volta la fiducia e il tempo, la pazienza e la curiosità. Grazie per aver capito che il FLA è stato anche il Presidente del Consiglio, e grazie per aver visto tutto il resto. Grazie per aver riempito ogni sala, quella con il giornalista televisivo e quella con il Premio Campiello, quella con il fumettista del Premio Strega e quella delle vignette online, gli intimi spazi dell'Aternino e le altezze dello Spazio Matta. Grazie per le critiche, per le lamentele, per certe rumorose assenze: è da qui che partiremo per il #FLA17".

Apprezzamenti sono stati espressi anche dai rappresentanti del mondo delle istituzioni comunali che, quest’anno, hanno finanziato attivamente il festival grazie a una parte degli introiti della tassa di soggiorno. Fondamentale, oltre al patrocinio della Provincia di Pescara e della Regione Abruzzo, anche l’apporto di partner privati come il main sponsor Deco, il Città Sant’Angelo VillageMarifarmaCasal ThauleroMercedes Barbuscia e Lea & Flò. “Sono soddisfatto e al contempo stupito dei numeri che anche quest’anno il FLA ha al suo attivo – rimarca il sindaco Marco Alessandrini – Soddisfatto perché è la riconferma di una proposta che vale e che risponde alle esigenze sentite dalla città rispetto alla fame di iniziative culturali a cui il festival ha dato risposte in termini di quantità e qualità. Stupito, piacevolmente, perché il bilancio finale è stato la migliore risposta alla polemica che ha accompagnato la prima fase del festival. Il pubblico ha assistito numeroso agli oltre 150 appuntamenti condensati nei quattro giorni dell’evento. Il Fla è dunque una manifestazione in crescita, su cui puntiamo perché è capace di portare un bel valore aggiunto alla città in termini di notorietà, presenze e offerta culturale. Sono convinto che questo sia il punto da cui l’organizzazione saprà far ripartire il lavoro per l’edizione 2017 che ci aspettiamo sorprendente e intensa da vivere, come quelle che abbiamo vissuto fino a oggi”. "Il FLA – aggiunge l’assessore alla Cultura del Comune di Pescara Giovanni Di Iacovo, fondatore della manifestazione - ha da sempre nel suo dna la volontà di crescere, di diventare adulto, moltiplicando i luoghi della città che vengono arricchiti dalla partecipazione di migliaia di persone e aumentando l'offerta dei temi, delle sezioni, dei linguaggi culturali anche di confine con la letteratura come fumetto, teatro, musica e testo di canzone, cinema. Ormai possiamo tutti dire che il festival è diventato adulto, è una delle più attese e partecipate iniziative culturali di questa regione e continuerà a crescere grazie alle sollecitazioni positive e al felice appetito culturale di chi lo vive con noi ogni anno". “Abbiamo deciso di finanziare un evento di qualità come il FLA attraverso la tassa di soggiorno – evidenzia l’assessore ai Grandi eventi del Comune di Pescara Giacomo Cuzzi – poiché il festival fa parte di quegli appuntamenti di caratura nazionale e internazionale che servono per rilanciare la vocazione turistica della città al di fuori dei confini regionali. La presenza del premier Matteo Renzi all’inaugurazione è stato un aspetto straordinario, un riconoscimento importante e motivo di assoluta gratificazione”.

“Fieri del grande successo del FLA 2016 – commenta Valentina di Zio, responsabile Relazioni Esterne e Comunicazione del gruppo Deco S.p.A. - confermo, anche per il 2017, il sostegno e l’appoggio a un festival che determina e influenza anche l’agenda culturale nazionale e che è entrato nelle corde della città di Pescara e in quelle della nostra azienda da oltre 4 anni, a dimostrazione dello stretto connubio tra fare azienda e fare cultura nel proprio territorio e non solo”.

Redazione Independent

giovedì 17 novembre 2016, 13:33

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
festival letterature
pescara
abruzzo
matteo renzi
spettatori
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!