Nomade condannato fino al 2021 si costituisce ai carabinieri

Alba Adriatica: un 44enne di etnia rom era stato affidato ad una comunità nelle Marche per reati. Poi, però, aveva pensato di rendersi irreperibile

Nomade condannato fino al 2021 si costituisce ai carabinieri

NOMADE CONDANNATO FINO AL 2021 SI COSTITUISCE DAI CARABINIERI. Era stato ammesso alla misura alternativa dell’affidamento terapeutico presso una comunità delle Marche poiché doveva scontare una condanna fino al 2021, per reati contro il patrimonio e lo spaccio di stupefacenti. Poi, lo scorso 10 febbraio, ottenuto un permesso per andare a trovare la moglie che era detenuta nel carcere di Castrogno a Teramo.

Ma come si dice “l’occasione fa l’uomo ladro” e così Aquilino Guarnieri, 44 anni, ne aveva approfittato per rendersi irreperibile ed assaporare quella libertà perduta a causa della sua condotta criminale.

Immediatamente era iniziata la caccia da parte delle forze dell'ordine al Guarnieri. Senza esito, fino a ieri sera quando l'uomo, spontaneamente, si è presentato dai carabinieri del comando stazione di Alba Adriatica.

Era stanco di fuggire e, forse, non aveva più i mezzi per continuare la latitanza. Dopo le formalità il Guarnieri è stato accompagnato dai militari nel carcere di Castrogno a Teramo, vicino alla moglie.

Guarnieri già lo scorso anno, quando si trovava presso una comunità terapeutica del Molise, si era preso qualche giorno di “vacanza”, venendo all’epoca rintracciato ed arrestato dai carabinieri del nucleo operativo di Alba adriatica

Redazione Independent

martedì 24 febbraio 2015, 10:18

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
nomade
alba adriatica
condannato
notizie
aquilino guarnieri
Cerca nel sito