Mozzagrogna violenta: stalker aggredisce militari lanciando piatti e sparando con la carabina

In manette 50enne accusato di un cabaret di reati: persecuzioni, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate e furto aggravato

Mozzagrogna violenta: stalker aggredisce militari lanciando piatti e sparando con la carabina

AGGREDISCE LANCIANDO PIATTI DALLA FINESTRA E SPARANDO CON UNA CARABINA. I Carabinieri della Stazione di Fossacesia, ieri sera, hanno tratto in arresto un50enne di Mozzagrogna (Chieti) responsabile dei reati di atti persecutori, resistenza a Pubblico Ufficiale, tentate lesioni personali aggravate e furto aggravato. 

Secondo la ricostruzione degli uomini dell’Arma, intervenuti nei pressi della sua abitazione a seguito della richiesta di una donna di 51 anni nei confronti della quale l’arrestato, da tempo, poneva in essere una serie di atti persecutori, prima sono stati aggrediti dallo stalker, che ha tentato di colpirli lanciando dei piatti da cucina che hanno danneggiato l’auto di servizio e, successivamente, non ha esitato ad esplodere contro di loro due colpi di carabina ad aria compressa, fortunatamente senza riuscire ad attingerli.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso inoltre di accertare che il 50enne aveva collegato, abusivamente, l’impianto elettrico della sua abitazione alla pubblica illuminazione.

Tratto il arresto l’uomo, su disposizione dell’A.G., ha trascorso la notte in una camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Ortona in attesa di essere processato con rito direttissimo nella mattinata odierna.

 

Redazione Independent

giovedì 22 settembre 2016, 15:52

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
mozzagrona
reati
stalking
carabinieri
notizie
arrestato
Cerca nel sito

Identity