Morte Anna Maria Mancini: quattro indagati per omicidio colposo

Chiusa l'inchiesta sulla morte della 57enne di Spoltore avvenuto il 2 dicembre 2013 nel sottopasso allagato a Fontanelle

Morte Anna Maria Mancini: quattro indagati per omicidio colposo

DECESSO ANNA MARIA MANCINI: QUATTRO INDAGATI PER OMICIDIO COLPOSO. A poco meno da un anno dalla tragedia, avvenuta lo scorso 2 dicembre, la procura di Pescara (Pm Silvia Santoro) ha chiuso l’inchiesta sul decesso di Anna Maria Mancini, 57enne di Spolotore, rimastra intrappolata nella sua auto tra le acque gelide del sottopasso che porta al quartiere di Fontanelle.

La procura di Pescara che ha aperto l'indagine sulla morte della signora ha indagato 4 persone con l'accusa di omicidio colposo e falso perchè ritiene che “le elettropompe installate nel sottopasso per far defluire l'acqua piovana erano inadeguate”.

Gli indagati sono il titolare della ditta che ha eseguito i lavori nel sottopassaggio, il direttore e sottoscrittore del certificato di regolare esecuzione dell'appalto dei lavori, il responsabile del cantiere e il colonnello della polizia municipale responsabile del Comune delegato alla sicurezza stradale

Alle indagini sugli atti e documenti inerenti i lavori di realizzazione del sottopasso di Fontanelle e degli impianti di sollevamento esistenti nella struttura, con particolare riferimento alle pompe ha partecipato il capitano dei carabinieri Claudio Scarponi.

Redazione Independent

martedì 21 ottobre 2014, 23:58

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
anna maria mancini
sottopasso
fontanelle
2 dicembre 2013
spoltore
morte
notizie
Cerca nel sito