Montesilvano saluta il capitano Enzo Marinelli: va a Macerata

Sette anni alla guida della compagnia dei carabinieri della quinta città d'Abruzzo. Una promozione per l'uomo che ha ben lavorato in Abruzzo

Montesilvano saluta il capitano Enzo Marinelli: va a Macerata

MONTESILVANO, IL CAPITANO ENZO MARINELLI SI TRASFERISCE A MACERATA. Dopo aver guidato per sette anni la compagnia dei carabinieri di Montesilvano, il capitano Enzo Marinelli lascia l'Abruzzo e si trasferisce in provincia di Macerata, a Civitanova Marche, dove andrà a comandare la locale compagnia. Il capitano Marinelli prenderà servizio nella nuova sede l'8 settembre.

Concludendo il suo incarico a Montesilvano, Marinelli traccia un breve bilancio dell'attività svolta in città da settembre 2007 ad oggi, rivolta prevalentemente al controllo del territorio e quindi al contrasto della microcriminalità e ad aumentare la percezione della sicurezza che hanno i cittadini.  "Tanti gli obiettivi perseguiti e raggiunti in questo lungo periodo - dice Marinelli - in stretta collaborazione con le altre forze dell'ordine, con l'amministrazione civica e con le componenti della Protezione civile. In particolare: la lotta alla prostituzione, sia lungo le strade che in luoghi chiusi (da ricordare i finti centri benessere gestiti da cinesi e sequestrati dall'Arma, nonché le case di appuntamento smantellate sul territorio e la “liberazione” dai loro sfruttatori di oltre dieci donne ), il controllo costante della presenza degli extracomunitari, che si concentrano in particolare alcune zone della città di Montesilvano dando vita talvolta ad attività illecite come la contraffazione, il monitoraggio quotidiano delle famiglie rom, anche in applicazione della normativa antimafia che più volte ha consentito di sequestrare e confiscare in questo territorio beni e proprietà per milioni di euro acquisiti dagli zingari con i proventi di azioni criminose".

Da citare anche l'attività finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i controlli per assicurare la regolarità della attività commerciali e la sicurezza nei cantieri. Come pure le attività di ausilio ai terremotati aquilani, quando nel 2009 hanno raggiunto Montesilvano per trovare rifugio, e le emergenze meteorologiche che i Carabinieri hanno affrontato, d'intesa con altre forze, specie nell’ultimo periodo, tra neve, pioggia e esondazioni.

Marinelli parla di un "bilancio soddisfacente", basato anche su un calo dei reati (in particolare nel periodo che ha preceduto la crisi economica), e fa riferimento al "potenziamento di organico di cui la Compagnia ha potuto beneficiare". Ricorda poi il rapporto positivo e di dialogo collaborativo che si è instaurato tra l'Arma e i cittadini, ai quali i carabinieri hanno sempre cercato di dare risposte "concrete e puntuali".

Lasciando la guida della Compagnia, il capitano ringrazia tutti coloro che hanno lavorato al suo fianco, “contribuendo al raggiungimento dei buoni risultati ottenuti" nonché i rappresentanti delle varie Istituzioni e tutti i giornalisti

Redazione Independent

venerdì 22 agosto 2014, 11:38

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
montesilvano
enzo marinelli
notizie
macerata
trasferimento
carabinieri
Cerca nel sito

Identity