Minacce con un proiettile Calibro 9 a mezzo lettera per D'Alfonso e amministratori PD

La Questura di Chieti sta indagando sulla vicenda. Nell'intestazione c'è un errore che potrebbe individuare l'autore del gesto

Minacce con un proiettile Calibro 9 a mezzo lettera per D'Alfonso e amministratori PD

MINACCE CON UN PROIETTILE A MEZZO LETTERA PER D'ALFONSO E AMMINISTRATORI PD. Una busta, arrivata negli uffici della Prefettura teatina, contenente un proiettile calibro 9 e una lettera con minacce a sei fra politici e rappresentanti di enti abruzzesi,èsotto la lengte d'ingrandimento da parte degli uomini della Digos di Chieti. In particolari gli investigatori si stanno concentrando su una anomalia: il destinatario della lettera di minacce è il "prefetto Ruggiero Borzacchiello" che è in realtà il nome del questore di Chieti; mentre il prefetto Antonio Corona non è mai citato.

I destinatari di questo squallido avvertimento sono: il senatore Luciano D'Alfonso, già presidente della Regione Abruzzo, gli assessori regionali Silvio Paolucci e Dino Pepe, il sindaco di Lanciano e presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo, il manager e il direttore sanitario della Asl Lanciano Vasto Chieti, Pasquale Flacco e Vincenzo Orsatti

Redazione Independent

sabato 03 novembre 2018, 15:05

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
chieti
busta
proiettile
minacce
dalfonso
partito democratico
Cerca nel sito