Metadone: nei guai per la dose

Arrestato tossicodipendente per una rapina al Sert: l'uomo aveva bisogno del medicinale per recarsi all'estero

Metadone: nei guai per la dose

ARRESTATO TOSSICODIPENDENTE - Ennesimo arresto per questioni legate all'uso di sostanze psicotrope. Ennesimo atto di violenza compiuto dentro il S.E.R.T, la struttura sanitaria, in via Paolini a Pescara, predisposta per consegnare medicinali ed assistere i tossicodipendenti ad uscire dal tunnel della droga. Ieri mattina, gli agenti della questura di Pescara hanno ricevuto la segnalazione da parte del pesonale medico della struttura sanitaria che denunciava una rapina commessa da un paziente in terapia farmacologica. Sul posto gli agenti ricontravano che un uomo, Carlo Costantini, 48 anni, nato a Spoltore ma residente a Pescara, poco prima aveva scatenato il pandemonio nell'edificio di proprietà della Asl. Un caso comune, nella città di Pescara, in cui il numero di reati legati all'uso di sostanze stupefacenti è in forte crescita.

VOLEVA DOSI PER ANDARE ALL'ESTERO - Stando a quanto riferito dai medici il Costantini avrebbe chiesto al personale del Sert dosi di metadone per una settimana. L'uomo, infatti, avrebbe detto che doveva recarsi fuori dall'Italia per questioni personali ma che aveva bisogno della sostanza per superare le crisi di astinanza. Al diniego dei medici si è scatenato il putiferio: l'uomo, in preda la collera ha prima minacciato i medici e poi ha afferato una bottiglia allo scopo di ottenere quanto richiesto. Dopodichè ha afferrato una confezione con numerose dosi di medicinale e si è dato alla fuga. Lungo le scale però è stato bloccato dalla guardia giurata in servizio presso la sede di via Paolini. Ne è scaturita una violenta collutazione nella quale il Costantini ha avuto la meglio, riuscendosi a divincolare ed a darsi alla fuga. Stando a quanto riferito dalla guardia l'uomo, in evindente stato di follia, avrebbe anche tentato di sottrarre la pistola ma, per fortuna, senza esito.

RINTRACCIATO E PORTATO IN CARCERE - Un fuga brevissima: quella del rapinatore di metadone. Gli operatori della Squadra Volante lo hanno rintracciato, poco dopo, nei pressi dell'ospedale e l'hanno arrestato. Al termine delle previste formalità il Costantini è stato tradotto presso il carcere di San Donato a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Marco Le Boeuf

giovedì 05 aprile 2012, 18:43

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
via paolini
arresto
sert
metadone
droga
carlo costantini
pescara
spoltore
tossicodipendente
costantini
Cerca nel sito