Megalò 3, Umberto Di Primio rischia il processo per corruzione

Sono 5 le persone rinviate a giudizio. Il sindaco del capoluogo teatino avrebbe fatto favoritismi in cambio di garanzie di contributi per la campagna elettorale

Megalò 3, Umberto Di Primio rischia il processo per corruzione

DI PRIMIO RISCHIA IL PROCESSO. Umberto Di Primio e altre cinque persone rischiano il processo nell’ambito dell’inchiesta relativa alla realizzazione di Megalò 3. Lo riporta l'edizione regionale de Il Messaggero, spiegando che la Procura della Repubblica dell’Aquila ha chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco di Chieti, dal quale - per inciso - finora non è arrivato alcun commento ufficiale sulla vicenda. Di Primio viene accusato di aver favorito il costruttore Enzo Perilli in cambio di contributi alla campagna elettorale per le amministrative 2015. Adesso la palla passa al giudice per le udienze preliminari, che dovra' stabilire se prosciogliere gli indagati o rinviarli a giudizio.

Il correre teatino

giovedì 08 settembre 2016, 22:39

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
umberto
diprimio
chieti
attualita
sindaco
megalo3
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!