Maxi discarica di Bussi. Ricusato il giudice Geremia Spiniello

La Corte d'Appello di L'Aquila ha accolto l'istanza di ricusazione presentata dalle difese Montedison per un'intervista tv

Maxi discarica di Bussi. Ricusato il giudice Geremia Spiniello

La Corte d'Appello dell'Aquila ha accolto l'istanza di ricusazione presentata dalle difese nei confronti di Geremia Spiniello, presidente della Corte d'Assise di Chieti dove è in corso il processo sulla megadiscarica di veleni e per il quale sono imputate 19 persone, quasi tutti ex dirigenti della Montedison.

I legali del principale imputato nel mexi processo per avvelenamento e disastro ambientale di Bussi sul Tirino hanno ritenuto di agire sulla base di un'intervista televisiva durante la quale Spiniello aveva dichiarato che la Corte avrebbe "reso giustizia al territorio".

La decisione della Corte d'Appello è una doccia gelata. Il nuovo presidente dovrebbe partecipare già dalla prossima udienza ma è probabile che i pubblici miniteri, Annamaria Mantini e Giuseppe Bellelli, debbano ricomiciare da capo con la loro requisitoria.

Dopo sette anni dalla scoperta del disastro amibientale, era il 2007 quando la Guardia Forstale di Pescara rivelò al mondo il "mostro tossico" sepolto a Bussi, il processo rischia ancora di dilungarsi nei tempi prima dell'attesa sentenza.

Redazione Independent

giovedì 10 aprile 2014, 13:43

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
bussi
giudice
ricusato
processo
corte d'assise
chieti
intervista
Cerca nel sito