Matrimoni Omosessuali? Oui!

Il presidente francese Hollande mantiene le promesse. In Italia la voce "fuori dal clero": il cardinal Martini

Matrimoni Omosessuali? Oui!

ANCHE GLI OMOSESSUALI CONTRAGGONO MATRIMONIO IN FRANCIA. Per la legge francese il matrimonio è diventato l'accordo fra due persone di sesso diverso, ma anche del medesimo sesso. Gli stati che oltre alla Francia riconoscono agli omosessuali il diritto a contrarre matrimonio sono: Paesi Bassi, Belgio, Spagna, Portogallo, Canada, Sudafrica, Svezia, Norvegia, Danimasrca, Islanda, Argentina, Messico (solo capitale) e in nove stati USA.

LE REAZIONI DELLA CHIESA. Decisamente contraria è la Chiesa cattolica che non ha mai accettato l'unione tra gay. Anzi, addirittura, ha sempre considerato l'omosessuale, che si unisca o meno sessualmente a persone dello stesso sesso, quasi un peccatore  se proprio non da condannare in ogni caso, per lo meno da guardare con sospetto. L'ultima posizione ufficiale del cattolicesimo è stata espressa nel 1986 dall'allora cardinale Joseph Ratzingher che nel documento "De pastorali personarum homosexualium cura", ha affermato:" Occorre invece precisare che la particolare inclinazione della persona omosessuale, benché non sia in sé peccato, costituisce tuttavia una tendenza più o meno forte, verso un comportamento intrinsecamente cattivo dal punto di vista morale. Per questo motivo l'inclinazione stessa deve essere considerata come oggettivamente disordinata". 

UNA VOCE FUORI DAL CORO: CARDINAL MARTINI. Una voce fuori dall'unanime coro di giudizi negativi da parte degli uomini di fede, è stata quella del cardinal Martini, morto il 31 ogosto dello scorso anno, che ebbe a dire scandalizzando i benpensanti: "Se poi alcune persone di sesso diverso o anche dello stesso sesso ambiscono a firmare un patto per dare una certa stabilità alla loro coppia, perché vogliano che assolutamente non sia?". Ha detto anche : "non condivido le posizioni di chi, nella Chiesa, se la prende con le unioni civili".

HOLLANDE MANTIENE LA PROMESSA, BERSANI NEMMENO CI PROVA A FARLA. Hollande ha dunque mantenuto la promessa fatta durante la campagna elettorale di voler legalizzare il matrimonio omosessuale, scontrandosi così aspramente contro la chiesa e la destra. In Italia, invece, i partiti del centro sinistra, della sinistra più radicale e quelli che si professano laici, a parte i Radicali, non se la sentono di alienarsi le posizioni dei cattolici e della Chiesa, e  non considerano opportuno battersi per questo elementare principio di diritto civile. Fino a quando l'ombra del Vaticano appannerà le coscienze degli uomini liberi, in Italia non potrà esserci una democrazia compiuta.

twitter@subdirettore

domenica 03 febbraio 2013, 15:22

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
matrimoni
francia
holande
italia
cardina martini
chiesa
bersani
Cerca nel sito