Pignoli rinviato a giudizio per presunto voto di scambio

Pescara, il consigliere comunale della Lista Teodoro è accusato di aver promesso posti di lavoro per aumentare il suo consenso elettorale

Pignoli rinviato a giudizio per presunto voto di scambio

PIGNOLI VA A GIUDIZIO. Sono state ammesse le prove e le liste testimoni, oggi a Pescara, nell'ambito del procedimento giudiziario a carico del consigliere comunale Massimiliano Pignoli, sotto accusa per presunto voto di scambio. Nel corso della prossima udienza, in programma il 13 febbraio, davanti al Tribunale monocratico compariranno 17 testimoni dell'accusa.

L'ACCUSA. Il caso, partito da un esposto presentato in Procura da un consigliere comunale di Forza Italia, risale alle elezioni comunali del maggio 2014. Pignoli, secondo l'accusa rappresentata dal pm Anna Rita Mantini, avrebbe promesso posti di lavoro per aumentare il suo consenso elettorale.

RESPINGE OGNI RESPONSABILITA'. L'esponente del gruppo Scegli Pescara-Lista Teodoro, assistito dagli avvocati Augusto La Morgia e Melania Navelli, ha sempre respinto ogni responsabilita', sostenendo di avere aiutato economicamente alcuni cittadini indigenti a pagare le loro bollette senza chiedere alcun corrispettivo. Il 18 novembre di due anni fa i carabinieri, dopo essere stati a casa di Pignoli, si presentarono anche nella stanza del gruppo consiliare della Lista Teodoro, dove sequestrarono alcuni documenti e un computer.

Redazione Pescara

martedì 18 ottobre 2016, 17:40

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
massimilianopignoli
voto
scambio
processo
pescara
cronaca
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!