Mascia dà, Mascia toglie

Scambio di deleghe tra Seccia e Filippello (Finanza e Bilancio). L'idea del sindaco: «Nessun rimpasto»

Mascia dà, Mascia toglie

PESCARA (COMUNE): MASCIA . «La redistribuzione delle deleghe all’interno della giunta comunale è compiuta: con atto firmato questa mattina, ho riaccorpato nelle mani dell’assessore ai Tributi Filippello anche le deleghe di Finanze e Bilancio, mentre all’assessore Eugenio Seccia ho trasferito, tra gli altri compiti, la delega forse di maggior prestigio in seno all’amministrazione, ossia la ‘riqualificazione delle aree di risulta’, che sino a oggi avevo tenuto nelle mie mani. E il trasferimento del delicatissimo incarico all’assessore Seccia testimonia ancora una volta la profonda e completa fiducia che personalmente ho sempre nutrito per l’assessore, un professionista serio e preparato che ha saputo mettere la propria esperienza al servizio della città, consentendoci di poter vantare per quattro anni un bilancio sempre in perfetto equilibrio, come hanno certificato ogni anno le Agenzie di Rating, riuscendo a non aumentare una sola imposta né una singola tariffa dei servizi a domanda individuale, a riprova delle sue capacità. Con Seccia ci attende ora il compito di cambiare il volto della città, partendo da quella che è inequivocabilmente una delle aree urbanisticamente più strategiche del territorio». Lo ha ufficializzato il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia rendendo noti i provvedimenti sottoscritti nella mattinata odierna in merito all’annunciata ricalibratura delle deleghe all’interno della maggioranza.

twitter@subdirettore

lunedì 14 gennaio 2013, 18:46

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
mascia
deleghe
filippello
seccia
area di risulta
tributi
rimpasto
Cerca nel sito

Identity

Attualità

di Benny Manocchia

Se questa è Europa

Società

di Benny Manocchia

Americani senza Dio

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?