Marittimi sequestrati in Gambia: interrogazione di Colletti (M5S)

Il peschereccio atlantico 'Idra Q' della Italfish era stato fermato a fine febbraio. Sulla questione si era espresso persino il consiglio comunale di Pescara

Marittimi sequestrati in Gambia: interrogazione di Colletti (M5S)

COLLETTI ATTACCA. "E' quanto mai grave e ingiustificato il totale abbandono da parte del Governo italiano nei confronti dei due pescatori italiani". Così si esprime il deputato pescarese Andrea Colletti (M5S) sull'assurda vicenda del motopeschereccio Idra Q., annunciando il deposito di un'interrogazione al ministero degli Esteri "per sollecitarlo ad intraprendere azioni per riportare i due pescatori in Italia". I pescatori in questione sono il capitano Sandro De Simone (foto), di Silvi, e il direttore di macchina Massimo Liberati, di San Benedetto del Tronto, che hanno anche trascorso diversi giorni in carcere. I due marittimi sono sequestrati in Gambia ormai da diverse settimane.

DISSEQUESTRO PESCHERECCIO. A fine aprile era stata dissequestrata la nave da pesca italiana fermata a fine febbraio, a bordo della quale c'era l'intero equipaggio di 25 persone, tra cui De Simone e Liberati. All'Ansa la Italfish di Martinsicuro, società armatrice, aveva parlato di una "sorta di sentenza".

L'ODG DEL COMUNE DI PESCARA. A metà marzo il consiglio comunale di Pescara aveva approvato un ordine del giorno su De Simone, il comandante del peschereccio atlantico 'Idra Q'. L'uomo era stato arrestato in Gambia per la presunta violazione delle dimensioni delle maglie di una rete da pesca. L'odg impegnava il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, e la sua giunta ad attivarsi presso le autorità italiane competenti per avere notizie e mettere in campo strumenti al fine di risolvere positivamente il problema.

Gli Indipendenti

martedì 19 maggio 2015, 12:37

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
gambia
attualita
sandro
desimone
marittimi
silvi
Cerca nel sito