Marina Febo sta male, ma nessuno mostra la giusta delicatezza

Gli sciacalli dell'informazione sono sempre in agguato, pronti a barattare il dolore di una persona con una notizia da prima pagina. Ma noi non ci stiamo

Marina Febo sta male, ma nessuno mostra la giusta delicatezza

UN MINIMO DI TATTO. Ci siamo presi qualche giorno per riflettere prima di esprimerci in merito, perchè la questione non è semplice ed è assolutamente personalissima. Ma vogliamo comunque dire la nostra sulla notizia della malattia di Marina Febo, che lei stessa ha rivelato a Spoltore (e non solo) su Facebook, poi spiattellata da altri giornali con una violenza feroce e senza dimostrare l'empatia che una situazione così delicata meriterebbe. Insomma, dai, diciamocelo chiaramente: ci sarebbe voluto un minimo di tatto.

MARINA HA FATTO BENE, MA GLI ALTRI? Naturalmente Marina ha fatto ciò che si sentiva di fare, probabilmente per mettere a tacere il "chiacchiericcio" del paesello o per trovare conforto nella verità e - perchè no? - anche la forza di combattere quel male che, crudelmente e vigliaccamente, ha colpito una giovane donna. Tuttavia l'informazione ha il dovere di trattare determinati argomenti con la giusta delicatezza. Lo imporrebbe la deontologia e, più in generale, il buon senso. Purtroppo (anche) stavolta non è andata così, come già successo in altre situazioni che, lo ricorderete, hanno coinvolto persino alcuni nostri colleghi giornalisti, passati improvvisamente da una sponda all'altra della cronaca nera (cioè da spettatori a protagonisti). Dunque, ci limitamo a dire questo: massimo rispetto per la decisione di Marina Febo ma noi, se fossimo stati al posto de Il Centro, non l'avremmo mai pubblicata barattando il dolore con la notizia.

Nicola Chiavetta

martedì 09 febbraio 2016, 13:54

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
marinafebo
persone
dolore
malattia
ilcentro
giornalisti
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano