Marco Leonzio: dall’Abruzzo a Dublino per conquistare la Picca

Il poker sportivo sta diventando un gioco sempre più diffuso in Italia, con tantissime persone che oramai da un decennio si divertono ai tavoli verdi

Marco Leonzio: dall’Abruzzo a Dublino per conquistare la Picca

MARCO LEONZIO: DALL'ABRUZZO A DUBLINO PER CONQUISTARE LA PICCA. Per alcuni però il poker è diventato più di un semplice passatempo, visto che sono riusciti a farne una vera e propria professione: tra i giocatori italiani che nell’ultimo periodo stanno conseguendo i risultati migliori troviamo Marco Leonzio, player abruzzese, che nell’ultimo decennio ha racconto diversi successi, sino a quelli maturati negli ultimi mesi, che l’hanno proiettato nell’olimpo dei migliori giocatori italiani.

La carriera di Leonzio nei tornei dal vivo inizia nel lontano 2007, anno nel quale il poker sportivo iniziava a prendere piede nel nostro paese, anche se in maniera molto meno appariscente rispetto ad adesso. Si può dire che il player abruzzese sia uno dei precursori a livello italiano, soprattutto nell’ottica dellanouvelle vague dei giocatori che hanno dovuto imparare le regole del Texas Hold’em, che come potete vedere in questa pagina non sono così banali, e applicarle sia nel gioco dal vivo che quello online, a differenza dei giocatori del passato che non si sono mai confrontati col gioco virtuale. Già agli esordi però Leonzio riesce a portare a casa i primi denari, grazie al 16° posto ottenuto a Campione d’Italia in uno dei tornei organizzati dal Casino, che gli fruttò i suoi primi €1.060.

Dopo arriva un intenso momento di studio e di crescita però, il player pescarese arriva a centrare risultati anche in tornei di maggior prestigio: il suo anno d’oro in questa fase di carriera è il 2010, nel quale Leonzio raccoglie tre importanti piazzamenti nel circuito dello European Poker Tour, probabilmente la competizione più prestigiosa a livello continentale. La “tripletta” inizia nella tappa sanremese, che lo vede arrendersi al 118° posto condito da un premio da €9.000. Ad agosto dello stesso anno è il momento del Portogallo, dove l’abruzzese cetra ancora una volta un 16° posto, che questa volta però gli garantisce ben €13.968. Il gran finale però è destinato a essere quello di Praga, nel quale Leonzio sfiora il colpo grasso: per lui la costa termina a pochi passa dalla meta, con un 5° posto finale che vale però €130.000.

Da questo momento in poi l’abruzzese è sempre presente nei grandi appuntamenti pokeristici nazionali e internazionali, raccogliendo quasi sempre piazzamenti che incrementano il suo score totale. Nel solo 2011 sono ben 5 le “bandierine” (piazzamenti a premio) che il ragazzo pescarese mette a referto tra EPT e Italian Poker Tour, equivalente nazionale della manifestazione europea. Francia, Slovenia, Grecia, Spagna o Inghilterra, per Leonzio non fa differenza: il suo poker è altamente competitivo e non sfigura anche davanti a grandi nomi di questo gioco. Anche a livello economico l’annata si chiude in positivo, grazie soprattutto al 46° posto conquistato a Madrid, con un premio da €25.000 e all’8° posto ottenuto a Nova Gorica, che gli è valso un bottino da €13.900.

A questo punto della carriera Leonzio è ben noto sulla scena internazionale e promette di essere una delle migliori promesse a livello italiano. Le attese non vengono deluse anche nel 2012, anno nel quale continuano a pioggia i successi per il pescarese. Citarli tutti sarebbe impossibile ma vale comunque la pena sottolineare qualche piazzamento importante come la vittoria di uno degli eventi dell’IPT di Sanremo, primo vero successo importante di Leonzio, che garantisce un premio da €54.600 e altre bandierine europee nei più grandi teatri del poker, come Monte Carlo e Saint-Vincent, tra le quali spicca però quella ottenuta ancora una volta a Praga: questa volta il 14° posto regala “solo” €34.000.

Nel corso degli ultimi anni invece Leonzio è andato alla conquista di nuove e inesplorate terre, portando un po’ di Abruzzo anche a Malta, dove ha chiuso al 6° posto uno degli eventi del festival pokeristico che annualmente si svolge sull’isola, portando via dall’isola un assegno da €34.240. Ancora più recente è il successo ottenuto a Dublino, proprio in una delle tappe del suo amato EPT, nella quale Leonzio ha sbaragliato la concorrenza in uno dei tornei Hyper-turbo, portandosi a casa la Picca destinata al vincitore e un altro premio da €15.370.

Dal 2007 a oggi il player abruzzese ha vinto oltre mezzo milione di euro, assestandosi al 45° nella classifica dei migliori giocatori italiani di tutti i tempi.

Redazione Independent

martedì 03 maggio 2016, 11:36

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
marco leonzio
abruzzo
poker
poker sportivo
picca
dublino
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!