Mamma mia, che Susie!

La "Sceriffa" delle Cgil manda bordate a Marchionne: «Fiat è il peggior ambasciatore dell'Italia all'estero»

Mamma mia, che Susie!

LA CAMUSSO CONTRO IL LINGOTTO. Susanna Camusso, detta "La Sceriffa", leader della Cgil, milanese doc, 47 anni, è una che non le manda certamente a dire. Sentite cosa ha dichiarato a Fabio Fazio, nella trasmissione "Che Tempo Che Fa", parlando della politica dell'amministratore delegato della casa automobilistica torinese, Sergio Marchionne da Chieti, sulle decisioni del Lingotto sullo stabilimento di Pomigliano. «La Fiat - ha detto - è il peggior ambasciatore italiano allì'estero». Parole forti che segnano una rottura definitiva con il board dell'azienda, già parecchio compromessi dalle ultime decisioni relative ai 19 lavoratori messi in mobilità per "compensare" 10 reintegri.

IL NODO DI FABBRICA ITALIA. Alla Cgil - va detto - non è andato giù il dietrofront del piano Fabbrica Italia che prevedeva 20,5 miliardi di euro di investimenti. «Non abbiamo mai visto nulla», ha concluso la camusso. «La scusa che viene usata sempre dalla Fiat è che c'è un crollo del mercato». Foto: wikipedia

Marco Beffe

martedì 06 novembre 2012, 14:50

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
camusso
polemiche
marchionne
fiat
licenziamenti
notizie
chieti
Cerca nel sito