Dramma familiare a Pietranico. Madre denuncia figlio tossicodipendente

Gli ultimi anni si erano rivelati un incubo per la donna costretta a subire maltrattamenti e violenze per la sete di droga. Lui ha minacciato il suicidio

Dramma familiare a Pietranico. Madre denuncia figlio tossicodipendente

DRAMMA FAMILIARE A PIETRANICO: MADRE DENUNCIA IL FIGLIO TOSSICODIPENDENTE. Dramma della disperazione nell'hinterland pescarese. Un 30enne tossicodipendente di Pietranico, senza lavoro, prima ha minacciato di morte la madre, perchè in crisi d'astinenza e, poi, ha tentato il suicidio con un coltello per sfuggire all'arresto dei carabinieri. 

La donna, esasperata dalla situazione, ha chiamato i carabinieri perchè il figlio l'aveva costretta per l'ennesima volta a consegnarli del denaro: 150 euro. Non appena però si sono materalizzati i militari il ragazzo ha tentato di resistere all'arresto, aggredendoli, e, poi, si è nascosto in un locale della zona con un coltello in mano minacciando il suicidio.

Dopo un lungo ed estenuante tira e molla il ragazzo è stato bloccato e arrestato dai carabinieri della compagnia di Penne.

E' stato denunciato per una serie di maltrattamenti in famiglia: aggressioni fisiche e verbali delle quali il trentenne si sarebbe reso responsabile negli ultimi due anni per avere i soldi con cui acquistare la droga. 

Redazione Independent

venerdì 14 marzo 2014, 12:40

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
tossicodipendente
droga
suicidio
pietranico
carabinieri
Cerca nel sito