Malissimo con le Bandiere Blu: l'Abruzzo costiero ne perde ben sei

Perse le spiagge di Francavilla al Mare e San Vito Chietino, fuori anche Roseto degli Abruzzi

Malissimo con le Bandiere Blu: l'Abruzzo costiero ne perde ben sei

ANDIAMO MALISSIMO CON LE BANDIERE BLU. Dire che non ci siamo è poco. Soltanto l'Abruzzo e l'Emilia Romagna sono in controtendenza rispetto all'andamento nazionale per quanto riguarda la crescita del numero di spiagge che hanno ottenuto il riconoscimento della Bandiere Blu per la qualità delle acquee dei servizi. In Italia, infatti, sono aumentate le spiagge d'eccellenza: 153 Comuni rivieraschi (5 in più del 2015) e 293 spiagge complessive (280 l'anno scorso) hanno ricevuto l'onorificienza della bandiera assegnata dalla Fee, Foundation for Environmental Education (Fondazione per l'Educazione Ambientale) 

COSA E' SUCCESSO. Il nostro Abruzzo costiero ha perso le spiagge di Francavilla al Mare e San Vito Chietino, fuori anche Roseto degli Abruzzi. In provincia di Pescara, chiaramente, nessuna località ha ottenuto la bandiera mentre in quella di Teramo sono eccellenze: Tortoreto-Spiaggia del Sole; Silvi-Lungomare Centrale/Arenile sud; Pineto-Lungomare dei Pini/Pineta Catucci. Conferme in provincia di Chieti per Fossacesia-Fossacesia Marina; Vasto-Punta Penna, Vignola; San Salvo-San Salvo Marina/zona Fosso Molino.

Ma si può? Quando riusciremo ad interrompere questo trend negativo che ormai colpisce la nostra terra da anni? Fino a qualche anno fa, ad esempio, addirittura il Lago di Bomba in provincia di L'Aquila. Ecco.

 

Redazione Independent

mercoledì 11 maggio 2016, 14:29

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
bandiere blu
spiagge
abruzzo
francavilla al mare
san vito chietino
roseto degli abruzzi
chieti
vasto
fossacesia
Cerca nel sito

Identity

Attualità

di Benny Manocchia

Se questa è Europa

Società

di Benny Manocchia

Americani senza Dio

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?