Malattia da gioco d'azzardo: 4 giocatori su 10 sono minorenni

ll 37% di tutte le scommesse sono attribuibili a giocatori di età inferiore ai diciotto anni. Il caso di Pescara alla ribalta della cronaca nazionale

Malattia da gioco d'azzardo: 4 giocatori su 10 sono minorenni
IN ITALIA 4 GIOCATORI D'AZZARDO SU 10 SONO MINORENNI. Il 37% di tutte le scommesse sono attribuibili a giocatori di età inferiore ai diciotto anni. Nel 2014 si è registrato un forte incremento pari al 12,1%, ed in soli 3 anni i giocatori minorenni sono passati da 860 mila unità a 4,8 milioni. A rivelarlo è la nuova indagine condotta dal Centro Studi e Ricerche Sociologiche "Antonella Di Benedetto" di Krls Network of Business Ethics per Contribuenti.it - Associazione Contribuenti Italiani illustrata oggi a Capri. L'Italia ha il primato, in Europa, per la maggior cifra giocata al tavoli da gioco, una media quasi 2.430 euro a persona, che vengono sottratti all'economia reale, minorenni inclusi, il cui numero è passato in soli 3 anni da 860 mila unità a 4,8 milioni.
FIORITI LANCIA L'ALLARME USURA.  "L'Associazione dei consumatori Contribuenti Italiani - anticipa Donato Fioriti Dirigente Nazionale e Presidente per l'Abruzzo - propone che vengano introdotte serie misure per combattere il gioco d'azzardo, l'evasione fiscale ed il riciclaggio come quella di vietare il gioco in tutti i luoghi pubblici e applicare il redditometro a tutti i giocatori, previa identificazione degli stessi tramite la tessera sanitaria, al fine di evitare non solo l'approccio dei minorenni al gioco, quanto il diffondersi del riciclaggio, l'usura e l'evasione fiscale.  Un'ulteriore proposta avanzata per combattere l'evasione fiscale e rilanciare l'economia del paese è quella di applicare sulle vincite derivanti dal gioco d'azzardo un'imposta unica sostitutiva (IUG) pari al 50% o quantomeno di tassarle in dichiarazione dei redditi con l'aliquota ordinaria come avviene per i redditi da lavoro dipendente. "Come associazione dei consumatori -conclude Fioriti- il nostro plauso va all'azione della questura di Pescara guidata dal questore Passamonti, per la capacità investigativa dimostrata e per la sensibilità istituzionale verso una problematica spesso sottovalutata".
 
Redazione Independent
 

lunedì 29 settembre 2014, 12:52

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
gioco d\'azzardo
italia
pescara
minorenni
donato fioriti
numeri
usura
cicas
passamonti
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano