Malattia da gioco d'azzardo: 4 giocatori su 10 sono minorenni

ll 37% di tutte le scommesse sono attribuibili a giocatori di età inferiore ai diciotto anni. Il caso di Pescara alla ribalta della cronaca nazionale

Malattia da gioco d'azzardo: 4 giocatori su 10 sono minorenni
IN ITALIA 4 GIOCATORI D'AZZARDO SU 10 SONO MINORENNI. Il 37% di tutte le scommesse sono attribuibili a giocatori di età inferiore ai diciotto anni. Nel 2014 si è registrato un forte incremento pari al 12,1%, ed in soli 3 anni i giocatori minorenni sono passati da 860 mila unità a 4,8 milioni. A rivelarlo è la nuova indagine condotta dal Centro Studi e Ricerche Sociologiche "Antonella Di Benedetto" di Krls Network of Business Ethics per Contribuenti.it - Associazione Contribuenti Italiani illustrata oggi a Capri. L'Italia ha il primato, in Europa, per la maggior cifra giocata al tavoli da gioco, una media quasi 2.430 euro a persona, che vengono sottratti all'economia reale, minorenni inclusi, il cui numero è passato in soli 3 anni da 860 mila unità a 4,8 milioni.
FIORITI LANCIA L'ALLARME USURA.  "L'Associazione dei consumatori Contribuenti Italiani - anticipa Donato Fioriti Dirigente Nazionale e Presidente per l'Abruzzo - propone che vengano introdotte serie misure per combattere il gioco d'azzardo, l'evasione fiscale ed il riciclaggio come quella di vietare il gioco in tutti i luoghi pubblici e applicare il redditometro a tutti i giocatori, previa identificazione degli stessi tramite la tessera sanitaria, al fine di evitare non solo l'approccio dei minorenni al gioco, quanto il diffondersi del riciclaggio, l'usura e l'evasione fiscale.  Un'ulteriore proposta avanzata per combattere l'evasione fiscale e rilanciare l'economia del paese è quella di applicare sulle vincite derivanti dal gioco d'azzardo un'imposta unica sostitutiva (IUG) pari al 50% o quantomeno di tassarle in dichiarazione dei redditi con l'aliquota ordinaria come avviene per i redditi da lavoro dipendente. "Come associazione dei consumatori -conclude Fioriti- il nostro plauso va all'azione della questura di Pescara guidata dal questore Passamonti, per la capacità investigativa dimostrata e per la sensibilità istituzionale verso una problematica spesso sottovalutata".
 
Redazione Independent
 

lunedì 29 settembre 2014, 12:52

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
gioco d\'azzardo
italia
pescara
minorenni
donato fioriti
numeri
usura
cicas
passamonti
Cerca nel sito