Legge elettorale. Acerbo vs Colletti (via facebook)

Un post del consigliere di Rifondazione al deputato "grillino" scatena la rete e gli insulti

Legge elettorale. Acerbo vs Colletti (via facebook)

LEGGE ELETTORALE: ACERBO ATTACCA COLLETTI (VIA FACEBOOK). Tutto comincia da un post che il consigliere regionale di Rifondazione Comunista, Maurizio Acerbo, lascia direttamente sulla bacheca del "cittadino in Parlamento" Andrea Colletti, uno dei più attivi tra i parlamentari abruzzesi aderenti al Movimento 5 Stelle. "Caro Andrea Colletti - scrive Acerbo - ti ho appena sentito dire su Rainews "ben venga" alla proposta di legge elettorale sul modello spagnolo. Non capisco perché tu dica che quella va bene. Faccio presente che si tratta della legge contro cui sono scesi in piazza gli Indignados, rivendicando democrazia reale".

LA RISPOSTA DI ANDREA: "NON PARLATE SENZA SAPERE LE COSE". A quel punto si scatenano i commenti di varie persone, fino a quando non interviene proprio Colletti a dire la sua: "Bello che parlate di modello spagnolo senza conoscerlo. Il modello spagnolo non prevede premi di maggioranza ma è un proporzionale puro con soglie di sbarramento implicite. Io ad esempio farei collegi di minimo 8 seggi e massimo 15/20 seggi. Però, come detto sopra, mi sa che bisogna conoscerlo. Poi parlare di democrazia in costanza di porcellum bella cavolata".

"COLLETTI, NON CAPISCI PROPRIO UN C...". Un utente contesta in particolare la frase di Colletti che recita: "Il modello spagnolo non prevede premi di maggioranza ma è un proporzionale puro con soglie di sbarramento implicite". Il commento? Eccolo: "Ngulo, non capisci proprio un cazzo di niente, ringrazia il porcellum altrimenti col cazzo che facevi il deputato! Ignorante, ciuccio e presuntuoso". Ed ecco la risposta di Colletti all'utente che gli contestava di non capire "proprio un cazzo di niente": "Torna a scuola. Il premio di maggioranza è la proposta di Renzi. Sembri bravo a fare la cornacchia, ma meno bravo a conoscere cose concrete". E ancora: "La proposta di Renzi, riferita al premio di maggioranza, è idiota. E il modello spagnolo può essere una buona base di partenza".

"CANCELLIAMO PURE MASTELLA". Il proporzionale, ricorda l'onorevole grillino, "è puro quando non prevede soglie di sbarramento esplicite o premi di maggioranza. Se io partito prendo il 10%, è molto molto probabile che avrò seggi. Sicuramente in collegi superiori a 10 seggi. All'80% anche in quelli da 8. La differenza tra 8 e 15 seggi non è minima ma è decisamente rilevante. Soprattutto per ciò che riguarda la suddivisione dei seggi alle singole forze politiche". Colletti, poi, conclude così: "Sono d'accordo sull'eliminare i micropartiti. Che comunque, togliendo i rimborsi elettorali, si eliminano da soli. Cancelliamo pure Mastella". In extremis, quasi timidamente, si fa sentire di nuovo Acerbo: "Scusate, ma io volevo discutere con un parlamentare. Insultatevi altrove". Sipario.

Nicola Chiavetta

sabato 04 gennaio 2014, 10:44

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
legge elettorale
abruzzo
regione
acerbo
colletti
movimento 5 stelle
Cerca nel sito