Le Furie Rosse buttano al vento un tempo perfetto, la Tezenis vince 68-64

Sfumano due punti fondamentali in chiave salvezza. Il 22 dicembre arriva a Bologna

Le Furie Rosse buttano al vento un tempo perfetto, la Tezenis vince 68-64

SUICIDIO PROGER, LE FURIE BUTTANO AL VENTO UN PRIMO TEMPO PERFETTO. LA TEZENIS VINCE 68-64. Erano due punti fondamentali, con due squadre appaiate al penultimo posto con 8 punti in classifica. Le Furie hanno condotto da squadra leader i primi due quarti, al cospetto di poche centinaia di persone presenti all’AGS Forum di Verona, facendo sognare i tifosi teatini, dominando sotto i tabelloni e sfoderando percentuali stellari dal campo. Un inspiegabile blackout al ritorno in campo dopo il riposo lungo, ha dato la forza di recuperare ad una Tezenis apparsa onestamente mediocre come squadra, nonostante un roster oneroso ed un coach, Luca Dalmonte, con esperienza da vendere conquistata sui migliori campi di A1 (anche ex Teramo) ed in Nazionale come vice di Pianigiani e Messina. I ragazzi di coach Galli hanno incredibilmente dissipato i nove punti di vantaggio, che per la verità potevano essere molti di più, con cui hanno dominato i primi due quarti di gara, concedendo un parziale di 17-2 ai padroni di casa nei primi sei minuti del terzo quarto. La delusione è enorme, visto l’approccio da squadra matura che si è visto nella prima parte di gara, in cui ha funzionato tutto, dalla granitica difesa a zona messa in campo da coach Galli che ha costretto gli scaligeri a forzare ogni tiro dalla distanza, alle ottime percentuali di tiro con cui le Furie hanno chiuso il primo tempo (50%), fino alla splendida lettura della gara da parte del coach che ha limitato, con grande maestria e con un perfetto Chris Mortellaro, anche le penetrazioni dei veronesi. E’ mancato l’apporto di Cade Davis, apparso sottotono rispetto al suo standard ed anche un tantino nervoso, chiudendo la gara con soli 6 punti e lasciando anzitempo il campo per limite di falli. Molto bene Trae Golden e Chris Mortellaro, rispettivamente con 27 punti, 6 assists ed oltre il 75% dal campo, e 14 punti e 6 rimbalzi. Nella Tezenis si sono distinti Marco Portannese e Giovanni Pini, rispettivamente con 13 e 10 punti, bravi ad incidere soprattutto nei momenti di blackout delle Furie.

LA GARA

Coach Galli schiera il quintetto delle ultime giornate, con Trae Golden play, Piccoli e Davis esterni, capitan Sergio da 4 e Chris Mortellaro pivot. Risponde coach Dalmonte con Portallese, Frazier e Totè esterni e Robinson e Diliegro sotto le plance. Dopo un avvio equilibrato nei primi quattro minuti, le Furie prendono il largo con una tripla di Golden e due bombe di Matteo Piccoli, amministrando sapientemente ogni possesso e costringendo gli scaligeri a forzare numerosi tiri dalla distanza, oltre che a perdere numerosi palloni. Solo negli ultimi due minuti, quando Allegretti entra per dare un po’ di respiro a Mortellaro, si avverte un po’ di sofferenza del lungo teatino in marcatura all’esperto Brkic. La prima frazione si chiude con le Furie in vantaggio 13-18.

Nei primi quattro minuti la Proger conserva il vantaggio, ma soprattutto la leadership in campo, nonostante inizi a perdere diversi palloni. Le difese alternate di coach Galli stordiscono letteralmente gli scaligeri e due triple di Golden più un’entrata devastante delle sue impattano il punteggio sul 19-29 a 3:24 dal riposo lungo. I teatini sono padroni dei tabelloni, viaggiano con percentuali superiori al 50% e mostrano grande personalità in campo, mentre la Tezenis perde ben 11 palloni e si tiene a galla con Pini e con qualche tiro libero scaturito dal bonus falli raggiunto dalle Furie. Con 14 punti di Trae Golden si va al riposo in vantaggio 26-35.

Al rientro in campo, dopo un minuto e mezzo di errori da entrambe le parti, una tripla ed uno schiaccione di Portannese, assente sino a quel punto, danno grinta alla Tezenis, che pareggia i conti a 5:50 del termine della frazione, con le Furie che appaiono ipnotizzate e perdono consecutivamente numerosi palloni. In questo incredibile ed inspiegabile break, le Furie dissipano ogni ben fatto e subiscono un parziale di 17-2. Coach Galli corre ai ripari, chiama timeout ed impone una difesa a uomo. Due triple di Allegretti ed un paio di entrate devastanti di Trae Golden riportano in parità il match 49-49, introducendo un ultimo quarto da cardiopalma.

Le Furie hanno ancora la possibilità di gestire la gara, in quanto la Tezenis ha diversi giocatori gravati di falli. Il primo a farne le spese è l’esperto Basile che abbandona il campo dopo 50 secondi dall’inizio dell’ultima frazione. Si gioca punto a punto e, ad una fortunata tripla di Totè risponde immediatamente Venucci da otto metri. Dopo tre minuti di gioco le Furie tornano avanti 52-56, soprattutto sembrano aver ripreso in mano il pallino della situazione e gestiscono il vantaggio sino a metà frazione, quando coach Dalmonte decide di abbassare il quintetto per dare più grinta ai suoi con Portallese e Brkic. Ma a 2:14 dal termine siamo ancora in vantaggio 58-59 ed a 1:04 61-61. Un assist di Frasier per Pini da’ a Verona il vantaggio della speranza, un tiro dall’angolo sbagliato di Sergio la spegne  alle Furie. Finisce 68-64 con tanta delusione e tanti rimpianti sul fronte biancorosso.

Tezenis Verona - Proger Chieti 68-64 (13-18, 13-17, 23-14, 19-15)

Tezenis Verona: Portannese 13 (2/3, 1/3), Frazier 13 (4/13, 1/3), Pini 10 (4/6, 0/0), Robinson 9 (3/7, 0/0), Tote' 9 (3/4, 1/3), Brkic 8 (2/2, 0/1), Boscagin 4 (1/2, 0/4), Basile 2 (0/0, 0/2), Diliegro 0 (0/0, 0/0), Rovatti 0 (0/0, 0/0)

Coach Luca Dalmonte

Tiri liberi: 21 / 23 - Rimbalzi: 32 7 + 25 (Portannese 10) - Assist: 13 (Frazier, Robinson 4)

Proger Chieti: Golden 27 (6/10, 4/5), Mortellaro 14 (7/11, 0/0), Allegretti 9 (1/3, 2/6), Davis 6 (1/2, 1/4), Piccoli 5 (1/4, 1/2), Venucci 3 (0/0, 1/3), Sergio 0 (0/3, 0/2), Piazza 0 (0/0, 0/1), Zucca 0 (0/1, 0/0), Clemente 0 (0/0, 0/0)

Coach: Massimo Galli

Tiri liberi: 5 / 8 - Rimbalzi: 26 5 + 21 (Mortellaro 6) - Assist: 11 (Golden 6)

 

Risultati 12^ Giornata Serie A2 – Girone Est

Assigeco Piacenza-Kontatto Bologna 68-58

Alma Trieste-Dinamica Generale Mantova 69-67

Tezenis Verona-Proger Chieti 68-64

Andrea Costa Imola-OraSì Ravenna 69-91 dts

Ambalt Recanati-De Longhi Treviso 61-64

GSA Udine-Bondi Ferrara 74-64

Roseto Sharks-Aurora Jesi 87-69

Segafredo Bologna-Unieuro Forlì 82-68

 

CLASSIFICA

Segafredo Bologna 20

De Longhi Treviso 20

Roseto Sharks 16

Kontatto Bologna 14

Assigeco Piacenza 14

OraSì Ravenna 14

Dinamica Generale Mantova 14

Alma Trieste 14

Andrea Costa Imola 10

Aurora Jesi 10

Tezenis Verona 10

GSA Udine 10

Proger Chieti 8

Unieuro Forlì 8

Bondi Ferrara 8

Ambalt Recanati 2

 

PROSSIMO TURNO

Bondi Ferrara-Alma Trieste 17/12

Andrea Costa Imola-Assigeco Piacenza 18/12

Kontatto Bologna-Ambalt Recanati 18/12

Aurora Jesi-GSA Udine 18/12

OraSì Ravenna-Roseto Sharks 18/12

Dinamica Generale Mantova-Unieuro Forlì 18/12

De Longhi Treviso-Tezenis Verona 10/01

Proger Chieti-Segafredo Bologna 22/02

Stefano Tortoreto

domenica 11 dicembre 2016, 21:13

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
chieti
proger chieti
tezenis
tabellino
basket chieti
Cerca nel sito