La salute della piccola Noemi nelle mani del tribunale

La famiglia della bimba di Guardiagrele (18 mesi) affetta da Sma1 chiedono la cura a Brescia col Metodo Stamina

La salute della piccola Noemi nelle mani del tribunale

LA SALUTE DI NOEMI NELLE MANI DEL TRIBUNALE. Si conoscerà entro 5 giorni la decisione del Tribunale dell'Aquila, giudice Annamaria Tracanna, presso il quale i genitori della piccola Noemi, 18 mesi affetta da atrofia spinale muscolare (Sma), hanno presentato un'istanza d'urgenza per poter curare la loro bimba presso l'ospedale di Brescia col Metodo Stamina, la terapia inventata dal professor Dario Vannoni.

Il legale della famiglia ha depositato una copiosa documentazione contenente i risultati ottenuti dalla cura Stamina, corroborati da pareri di luminari di fama mondiale.

La vicenda della piccola Noemi era balzata sulle cronache nazionali in seguito all'incredibile telefonata che il papà ha ricevuto, lo scorso 15 ottobre, direttamente sul suo cellulare da parte di Papa Francesco. Il Pontefice non si è fermato qui. Lo scorso 6 novembre, in occasione dell'adunanza generale in piazza San Pietro, ha chiesto agli oltre 200mila fedeli presenti in piazza di pregare per la salute di Noemi.

Chiunque volesse sostenere la Se vuoi sostenere la ricerca della Stamina Foundation sulle terapie con le cellule staminali adulte, è possibile effettuare una donazione presso il sito internet  http://www.staminafoundation.org/.

Redazione Independent

martedì 19 novembre 2013, 07:45

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
noemi
stamina
papa
brescia
cura
sciarretta
guardiagrele
vannoni
giudice
Cerca nel sito