La procura getta la spugna su Roberto Straccia morto in circostanze misteriose

Il ragazzo scomparve una soleggiata mattina di dicembre a Pescara. Il suo corpo venne trovato senza vita sul lungomare di Bari

La procura getta la spugna su Roberto Straccia morto in circostanze misteriose

ADDIO ROBERTO: NESSUNO DIRA' MAI COME SEI MORTO. La tragica vicenda di Roberto Straccia, il giovane studente di economia, originario di Moresco (Fermo), scomparso da Pescara il 14 dicembre del 2011 e rinvenuto cadavere il 7 gennaio del 2012 nelle acque antistanti il litorale di Bari, è una di quelle storie che ci hanno toccato di più. In primis perchè è stato il nostro primo vero caso giornalistico, in secundis perchè il mistero che avvolge la fine di Roberto non verrà mai rivelato. Il gip del tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, ha disposto l'archiviazione del caso rigettando la richiesta dei legali della famiglia Straccia, che chiedevano un approfondimento delle indagini. Nessuno dirà se si è trattato di un tragico incidente, di un suicidio o, come molti sospettano, anche di un'azione violenta originata da un clamoroso scambio di persona. La fine di questo giovane ragazzo resterà per sempre una ipotesi che tormenterà i familiari ed anche chi voleva bene a Roberto immortalato negli ultimi istanti della sua esistenza mentre correva in direzione Ponte del Mare.

Redazione Independent

lunedì 18 gennaio 2016, 20:46

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
roberto straccia
scoparso
mistero
14 dicembre 2011
bari
7 gennaio 2012
omicidio
suicidio
Cerca nel sito