Il Beach Golf: “Vogliamo entrare nei Mediterranean Games”

Polemica della BGSA: “Un intricato gioco politico non ha reso ben chiari i termini e le modalità per potersi candidare come disciplina ufficiale di gara”

Il Beach Golf: “Vogliamo entrare nei Mediterranean Games”

BEACH GOLF: "CI SIAMO ANCHE NOI". Si è tenuto a Pescara l'incontro tra i vertici della Regione Abruzzo e del Comune di Pescara con il Presidente del Comitato internazionale dei Mediterranean Beach Games 2015, Amar Addadi, in vista della definizione del programma ufficiale della manifestazione che si svolgerà la prossima estate nella città del Delfino. Da oltre un anno, fin dall'annuncio ufficiale dell'incoronazione di Pescara come città ospitante di questa prima edizione dei Giochi in spiaggia, la BGSA (Beach Golf Sport Association) si è proposta al Comitato per inserire il Beach Golf nel novero delle discipline che andranno a comporre il medagliere finale.

LA POLEMICA DELLA BGSA. E oggi la stessa BGSA polemizza: “Come sempre accade, anche in questi casi, un intricato gioco politico non ha reso ben chiari i termini e le modalità per potersi candidare come disciplina ufficiale di gara e spesso tutte le informazioni filtrate dai piani alti dello sport nazionale e internazionale erano da prendere come soluzioni irrevocabili, frutto di non si sa quale decisione o discussione. Dalla sua, il Beach Golf può pregiarsi del titolo di essere l'unica disciplina on the beach nata e sviluppata in Italia, in particolare proprio a Pescara e non oltreoceano come tutte gli altri più rinomati e diffusi sport di spiaggia”.

TUTTO PARTI' DA PESCARA. E' infatti proprio nel capoluogo adriatico che nel 1999 si è disputata la prima manifestazione in assoluto di Beach Golf, conosciutissima da tutti i pescaresi e replicata in altre regioni per oltre sedici edizioni.

“Ai fini mediatici – sostiene il BGSA – l’opportunità di presentare una panoramica del gioco del golf sarebbe interessante soprattutto perchè si anticiperebbe di un anno l'ingresso ufficiale di questo sport nelle competizioni olimpiche previste per i Giochi Olimpici di Rio De Janeiro 2016. Quindi, anche per questa ragione, Pescara avrebbe l'attenzione di tutti i media internazionali. L'ingresso del Golf nei Giochi Olimpici di Rio sta già catalizzando infatti tutta l'attenzione della stampa, proprio per la particolarità di questo avvenimento. Finora queste credenziali oggettive e inequivocabili non hanno dato risultati per l'inserimento del Beach Golf tra gli sport ufficiali poiché, nonostante un grande interesse per questo progetto da parte del Comitato Internazionale, manca la spinta necessaria del Comitato Organizzatore presieduto proprio dal sindaco di Pescara, che ancora una volta non sembra interessato a veicolare prodotti e investimenti propri del territorio abruzzese e pescarese, nonostante le solite frasi di circostanza sempre presenti nelle dichiarazioni mediatiche”.

L'APPELLO AI MEDIA. Quindi la BGSA si appella ai media (e noi raccogliamo il suo invito): “Speriamo che i cittadini abruzzesi e pescaresi "impongano", con la loro vicinanza a questo caso, la partecipazione ufficiale del Beach Golf ai Mediterranean Beach Games 2015, mantenendo accesa una luce forte su questo progetto nato, cresciuto e sviluppato da pescaresi doc”.

Giulio Bertocciani

domenica 30 novembre 2014, 14:02

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
polemiche
beach
golf
pescara
sport
media
Cerca nel sito