La condotta non si ripara: Pasqua e Pasquetta rovinate dal black out?

E' molto probabile che i prossimi quattro giorni saranno senza metano per la rottura della conduttura principale

La condotta non si ripara: Pasqua e Pasquetta rovinate dal black out?

PASQUA E PASQUETTA ROVINATE PER VENTIMILA UTENTI: COMMERCIANTI INFEROCITI. Ventimila persone saranno costrette, loro malgrado, per altri quattro giorni a restare senza gas, a non poter cucinare coi fornelli nè avere acqua calda, per il problema provocato dalla rottura alla conduttura principale del metano tra Villa Pavole e Torricella.

I tecnici di Enel Energia e Gas sono al lavoro ma sono incerti i tempi di ripristino del servizio di somministrazione. Anzi, è molto probabile che trascorreranno altri quattro giorni prima che tutto torni alla normalità.

Il candidato sindaco Gianluca Pomante, nel silenzio delle istituzioni, ha lanciato l'allarme per i disagi provocati agli utenti, specie ai commercianti (soprattutto ristoratori), che nelle giornate di Pasqua e Pasquetta potevano lavorare e concludere buoni affari.

L'avvocato teramano ha chiesto uno storno sulle bollette per i danni provocati o, nella peggiore delle ipotesi, il ricorso ad una class actiono contro la società fornitrice del servizio.

Redazione Independent

 

venerdì 18 aprile 2014, 17:58

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
teramo
blac out
metano
pasqua
pasquetta
commercianti
rovinati
Cerca nel sito

Identity

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?

Società

di Silvia Cipolloni

Wistleblowing!

Sport

di Benny Manocchia

Ciao Italia!