La Virtus perde 2-1 a Vercelli a 11 minuti dalla fine in inferiorità numerica

La fortuna non ha aiutato i frentani nella prima di campionato in trasferta. Espulso Bacinovic, goal di Ferrari

La Virtus perde 2-1 a Vercelli a 11 minuti dalla fine in inferiorità numerica
LA VIRTUS PERDE PER 2-1 A VERCELLI A 11 MINUTI DALLA FINE IN INFERIORITA' NUMERICA. La fortuna non ha aiutato i  frentani nella prima di campionato in trasferta a Vercelli. Fino all'espulsione di Bacinovic al 21° del secondo tempo le due formazioni erano in parità (1-1). Ma con un uomo in meno il sostanziale equilibrio mostrato fino a quel momento  si è rotto. La Pro Vercelli  a 11 minuti dalla fine dell'incontro è passata in vantaggio mettendo  in cascina tre preziosi punti conquistati contro una diretta concorrente alla salvezza. Per mister D'Aversa l'amarezza della sconfitta è mitigata dalla buona prestazione della sua squadra ed in particolare dalle new entry  Ze Eduardo e Ferrari, autore del goal del momentaneo pareggio. 
PRIMO TEMPO. Le due formazioni amministrano la gara senza impensierire più di tanto le difese avversarie fino al 19° quando il brasiliano Ze Eduardo, classe 91, lascia partire un gran tiro dalla distanza bloccato da Pigliacelli. Dal 20° la Pro Vercelli intensifica la pressione sui frentani che però riescono a difendersi con ordine. Al 30° la Virtus allenta la pressione con Mammarella che dai 20 metri manda una fucilata che manca di un niente l'incrocio dei pali con Pigliacelli fuori causa. al 42° magistrale azione personale di Massimiliano Gatto, fratello dell'ex Lanciano Leonardo Gatto, che palla al piede se ne va dalla trequarti e segna con un destro giro. La partita si chiude senza ulteriori emozioni al 45°.
SECONDO TEMPO. Si mette in luce ancora il neo acquisto Ferrari al 4° e al 6° quando colpisce un palo ma in posizione di off side. All'11° Ze Eduardo imbecca Ferrari, in arte Nick dinamite, che da due passi infila in rete. Al 14° i piemontesi segnano con Marchi, ma da posizione irregolare. Al 21° l''arbitro espelle Bacinovic per doppia ammonizione mettendo i rossoneri  in inferiorità numerica. D'Aversa prende le contromisure e inserisce il centrocampista Paghera al posto di Di Francesco. Ma al 34° la Pro Vercelli torna in vantaggio con un'incornata di Castiglia ben imbeccato da Scaglia.Al 40° D'Aversa tenta il tutto per tutto inserendo la punta Padovan in sostituzione del centrocampista Ze Eduardo, ma il risultato non cambia e dopo 4 minuti di recupero la gara si conclude per 2-1 a favore dei piemontesi.
TABELLINO: PRO VERCELI 1 VIRTUS LANCIANO 1

PRO VERCELLI (4-3-3): Pigliacelli, Berra, Bani (37°st Redolfi), Legati, Scaglia, Matute (23°st Castiglia), Rossi, Scavone, Di Roberto, Marchi, Gatto (18°st Beltrame) A disp: Melgrati, Emmamuello, Filippini, Ardizzone, Luperini. Allenatore: Scazzola.

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Aridità, Pucino,  Aquilanti, Amenta, Mammarella, Ze Eduardo(40°st Padovan), Bacinovic, Di Cecco, Rozzi(1°st Lanini), Ferrari, Di Francesco (23°st Paghera).
A disp: Casadei, De Silvestro, Di Filippo, Rigione, Vastola, Crecco.
Allenatore: D'Aversa.
Arbitro: Rapuano di Rimini.
Clemente Manzo

domenica 06 settembre 2015, 21:33

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
virtus lanciano
vercelli
tabellino
bacinovic
ferrari
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano