La Virtus pareggia 3 a 3 al Massimino grazie al "baby" Cerry

Stupenda gara dei ragazzi di D'Aversa contro il Catania. Tre i rigori concessi dall'arbitro e il dubbio di un gol fantasma non dato al Lanciano

La Virtus pareggia 3 a 3 al Massimino grazie al "baby" Cerry

LA VIRTUS PAREGGIA A CATANIA 3 A 3 DOPO UNA GARA AL CARDIOPALMA GRAZIE AL BABY CERRI. E' stata una partita al cardiopalma quella che si è vista oggi allo stadio Angelo Massimino di Catania, con ben 6 reti e con continui continui colpi di scena. Gli abruzzesi hanno affrontato a viso aperto i blasonati siciliani, tra le cui fila militano pezzi grossi del calibro di Colaiò e che aspirano di tornare a tornare nella massima divisione da cui sono retrocessi nella passata stagione.

IL PRIMO TEMPO. Nella prima frazione di gioco le due squadre danno vita a veloci azioni di gioco come al' 8° con Ferrario che per poco non manda in vantaggio i rosso-neri o come al 15° quando l'ex del Pescara e del Napoli Calaiò, solo davanti a Nicolas , non è riuscito a segnare. Al 24° sempre Calaiò porta in vantaggio i siculi ben servito da Martinho. Ci riprova Rosina qualche minuto dopo, ma la palla finisce alta di poco. Al 43° è la volta di Thiam a sfiorare il pareggio con una buona incornata. La gara si fa animata tanto che sul taccuino arbitrale finiscono al 29° Vastola (Virtus), al 32° Fabian (Catania) e al 37° Pinato (Virtus). Proprio allo scadere capitan . Mammarella stampa sul palo, da calcio da fermo, il suo sinistro micidiale. Il primo tempo finisce 1 a 0 per i padroni di casa.

LA RIPRESA. Al 5° della ripresa i frentani pareggiano su calcio di rigore battuto da Pinato. Al 17° anche Terracciano viene ammonito dall'arbitro.Un minuto dopo il Lanciano va in vantaggio grazie ad una rete firmata da Gatto che batte un calcio di rigore fischiato dall'arbitro per atterramento di Terracciano sullo stesso Gatto. Il pareggio del Catania arriva al 19° con Martinho su assist del bomber Calaiò. Al 42°, Quando la partita si stava per concludere, i siciliani tornano ancora in vantaggio con una rete siglata da Rosina su calcio di rigore. Ma le emozioni non finiscono qui: proprio allo scadere, la new entry frentana, il baby Cerri, subentrato a Vastola al 43°, sigla il definitivo pareggio. Non passa un minuto che l'arbitro signor Minelli archivia l'incontro con il risultato finale di 3 a 3. Un attimo prima della fine della gara l'arbitro aveva estratto il cartellino rosso per Calaiò e Grosso.

TABELLINO E PAGELLE

CATANIA (4-2-3-1): Terracciano 6, Peruzzi 6( 37°st Sauro sv), Spolli 6, Gyoember 6, , Monzon 6, Rinaudo 6, Chrapek 5,5 (30°st Leto 6), Castro 6, Rosina 6,5 (44°st Caiello sv), Martinho 6,5, Calaiò 7. a disp: Frison, Ficara, Capuano, Escalante, Marcelinho, Garufi, Barisic.
Allenatore: Pellegrino
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Nicolas 6, Aquilanti 6, Troest 6, Ferrario 6, Mammarella 5,5, Vastola 5,5 ( 46°st Cerri 8), Di Cecco 6, Paghera 6, Pinato 6,5 (13° st Grosso 6), Gatto 7, Thiam 6 . A disp: Aridità, Casadei, Conti, Scrosta, Nunziella, Agazzi, Bacinovic.
Allenatore: D'Aversa
Arbitro: Minelli di Varese.

Clemente Manzo

domenica 31 agosto 2014, 09:49

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
lanciano
catania
cerri
tabellino
pagelle
Cerca nel sito

Identity