La Virtus dopo la sconfitta al "Picchi" di Livorno pensa solo a salvarsi

Forse il malcelato sogno di D'Aversa e compagni di inserirsi nei play-off dopo la sconfitta di misura si è frantumato complice la sfortuna ed uno scatenato Galabinov

La Virtus dopo la sconfitta al "Picchi" di Livorno pensa solo a salvarsi

LA VIRTUS DOPO LA SCONFITTA AL PICCHI DI LIVORNO 1-0  PENSA SOLO A SALVARSI
Forse il malcelato sogno di D'Aversa e compagni di inserirsi nei play-off dopo la sconfitta di misura subita al Picchi dal Livorno si è frantumato, complice la sfortuna ed uno scatenato Galabinov. Ai frentani non resterebbe quindi, a meno di eventi inaspettati, di ridimensionare gli obiettivi e puntare alla salvezza stimata dai più raggiungibile a 50 punti. Considerando che la Virtus è a 46 punti e che restano ancora da disputare 8 gare, realizzare 4 punti dovrebbe essere decisamente alla portata dei rossoneri, nonostante che sulla strada dei frentani ci sono grosse squadre da affrontare tra cui Pescara, Carpi e Bologna.

PRIMO TEMPO. Suona la carica al 3°minuto l'ex Piccolo che sugli sviluppi di un calcio d'angolo con un diagonale cerca di infilare la sfera all'angolino, ma Mazzoni che fa buona guardia respinge il tiro. Dopo un paio di calci da fermo al 20° e al 25° battuti dai padroni di casa, ma senza esito, al 30° Mazzoni blocca con difficoltà un tiro dalla lunga distanza. Al 42° un a solo i Siligardi si conclude con un tiro sopra la traversa. Un minuto dopo Nicolas con un guizzo annulla un'incornata Galbinov, mandando la sfera in corner. Allo scadere Nicolas ulla può contro un gran sinistro del bulgaro Galabinov che con un gran sinistro indovina l'incrocio dei pali portando in vantaggio i labronici.

SECONDO TEMPO. Al 2° Mazzoni riesce a bloccare Thiam finito solo davanti alla porta livornese. Al 14° lo scatenato Galabinov, dalla distanza fa partire un potente tiro accarezza la traversa. Al 15° Lambrughi sbrogliauna brutta matassa anticipando di un soffio Piccolo. E' ancora l'ex di turno Piccolo a tentare discavalcare Mazzoni che però non si fa sorprendere. Al 22° un tiro di Maicon finisce sul montante. Il Lanciano si fa più aggressivo e al 36° Bacinovic lancia un missile che Mazzoni devia sopra il montante. Dopo tre minuti di recupero si conclude anche la seconda frazione della partita con la vittoria dei toscani sugli abruzzesi per 1 rete a zero.

TABELLINO LIVORNO 1 LANCIANO 0

LIVORNO (3-5-2): Mazzoni, Ceccherini, Emerson, Lambrughi, Maicon, Luci, Appelt Pires, Pireas, Djokovic (20°st Biagianti), Gemiti, Galabinov (45°st Jefferson), Siligardi.A disp: Bastianoni, Cipriani, Empereur, Gonnelli, Moscati, Strasser, Berlingheri. Allenatore: Panucci.

LANCIANO ( 4-3-3): Nicolas, Conti, Aquilanti, Troest, Mammarella, Vastola (12°st Pinato), Grossi, Bacinivic,Piccolo (21°st Cerri), Thiam, Gatto (41°st Monachello). A disp: Aridità, Ferrario, Nunzella, Di Cecco, De Silvestro, Turchi.  Allenatore D'Aversa.

C.M.

Arbitro: Roca di Foggia.

venerdì 03 aprile 2015, 12:33

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
livorno
lanciano
tabellino
playoff
d\'aversa
galabinov
Cerca nel sito

Identity

Società

di Benny Manocchia

Consumismo Americano

Società

di Benny Manocchia

Leggi americane

Storia

di Benny Manocchia

C'era una volta in America

Sport

di Benny Manocchia

Quando Pelé mi disse..

Storia

di Benny Manocchia

Playboy italo-americano