La Regione Abruzzo stacca un assegno da 6 milioni a Selex

La decisione servirà per salvare Abruzzo Engineering dall'invitabile fallimento e 183 dipendenti dalla disoccupazione. Protestano le opposizioni: "E' soltanto un carrozzone"

La Regione Abruzzo stacca un assegno da 6 milioni a Selex

LA REGIONE ABRUZZO SALVA ANRUZZO ENGINEERING E 183 DIPENDENTI. ll Consiglio regionale dopo quasi dodici ore di lavoro e con 18 voti favorevoli, 5 contrari e 3 astensioni ha deciso di approvare la legge a favore di Abruzzo Engineering (società controllata da Finmeccanica).

La delibera prevede una variazione di bilancio che impegnerà le casse in rosso della Regione Abruzzo per comprare il 30% delle quote delle società oggi di proprietà dela Selex. L'esborso finanziario, quantificato in circa 6 milioni di euro, verrà ripartito sui bilanci 2015 e 2016. "Abruzzo Engineering - ha chiarito il vice-presidente Lolli - sarà una società in house della Regione Abruzzo con specifiche competenze alle quali la Regione dovrà fare riferimento per le alcune attività. Abruzzo Engineering dovrà mantenersi con le proprie forze, ragionare e organizzare la propria attività come quella di una società privata inserita nelle logiche del mercato libero, con un quadro economico definito e una compatibilità finanziaria. La struttura amministrativa sarà leggera, gestita molto probabilmente da un dirigente regionale".

Protestano le opposizioni che descrivono Abruzzo Engineering, che oggi occupa 183 dipendenti, come l'ennesimo carrozzone sulle spalle della collettività. Questa quota porterà la partecipazione della Regione al 90%, mentre la restante proprietà è del Comune di L'Aquila

 

Redazione Independent

mercoledì 15 luglio 2015, 13:03

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
abruzzo engeneering
abruzzo
selex
societa
notizie
Cerca nel sito

Identity

Attualità

di Benny Manocchia

Se questa è Europa

Società

di Benny Manocchia

Americani senza Dio

Food & Wine

di Benny Manocchia

Italian thanksgiving

Società

di Benny Manocchia

Il giornalismo secondo me

Società

di Benny Manocchia

Chi sono i Millenials?