La Dea incanta il Delfino

L'Atalanta non vinceva in casa da tre mesi? Tranquilli, ci pensa il Pescara. A Bergamo solito show: finisce 2 a 1

La Dea incanta il Delfino

LA DEA INCANTA IL DELFINO. L'Atalanta non vince in casa da tre mesi? Tutti tranquilli, arriva il Pescara. Eppure la squadra di Colantuono non fa nulla per portare a casa i tre punti, ma ci pensano i biancazzurri a regalarli agli avversari. Passare in vantaggio all'Atleti Azzurri d'Italia contro una compagine che non aveva nulla da dire oggi non basta, perché il Pescara proprio non punge, e soprattutto si veste da Babbo Natale fuori periodo. Grazie a Zanon che si inventa un rigore su Bonaventura. Grazie a una squadra, quella adriatica, che da un corner a favore lascia il raddoppio a Denis. Incredibile ma vero, probabilmente il migliore, oltre a Weiss, si è rivelato Sculli, tra l'altro promosso capitano, sul quale non si nutrivano troppe speranze vista la sua condizione fisica. Alla fine, però, si cambia l'ordine degli addendi, ma il risultato è sempre lo stesso. La sconfitta.

PRIMO TEMPO. Al 3' Weiss conquista una bella punizione al limite dell'area bergamasca: sulla palla D'Agostino che da ottima posizione trova la barriera. Partita un po' bloccata fino al 24' quando D'Agostino inventa un gran gol dai 25 metri: Consigli non può nulla e palla all'incrocio dei pali. Patatrac di Zanon al 33' quando atterra in area biancazzurra Bonaventura: Denis non sbaglia dal dischetto. Finisce così un primo tempo caratterizzato alle pochissime occasioni da gol.

SECONDO TEMPO. All'8'st Denis tenta il colpo di testa su corner di Bonaventura, ma la palla è out. Al 12'st Weiss s'incunea chiudendo una triangolazione con Sculli, viene atterrato al limite dell'area lombarda, ma l'arbitro Celi fa correre incredibilmente: l'attaccante biancazzurro ha la peggio e per qualche minuto resta fuori dal rettangolo di gioco. Rientra in campo, ma non ce la fa e chiede il campo. Al 22'st raddoppio dell'Atalanta con Denis che stoppa un cross di Biondini col petto e scaraventa una sassata da breve distanza sulla quale Pelizzoli non può davvero far nulla. Al 32' Raimondi devia un tiro-cross di Celik in maniera pericolosa: la palla sorvola l'incrocio dei pali e batte sulla parte superiore della rete. Poi è Cascione a colpire di testa sul relativo calcio d'angolo di Celik, ma la sfera è alta. Poi Bonaventura crossa per De Luca che non vede la porta. Poco altro da dire.

IL TABELLINO

ATALANTA 2
PESCARA 1

Reti: 24' D'Agostino, 34' rig. E 22'st Denis

Atalanta: Consigli, Raimondi, Stendardo, Lucchini, Del Grosso, Giorgi (14'st Brienza), Radovanovic (33'st Cazzola), Biondini, Bonaventura, Livaja (26'st De Luca), Denis. In panchina: Polito, Troisi, Moralez, Canini, Cigarini, Contini, Brivio, Ferri, Parra. All. Colantuono
Pescara: Pelizzoli, Zanon, Kroldrup (27'st Bianchi Arce), Bocchetti, Cosic, Blasi, Cascione, D'Agostino (1'st Togni), Weiss (17'st Celik), Vukusic, Sculli. In panchina: Perin, Abbruscato, Bjarnason, Balzano, Caraglio, Quintero, Caprari. Al. Bucchi (in panchina Nobili)
Ammoniti: Biondini, Stendardo, D'Agostino, Bonaventura, De Luca, Sculli
Arbitro: Celi di Bari. Assistenti: Galloni e Rubino. Addizionali: Di Bello e Pasqua. IV Uomo: Stefani


Fernando Errichi

domenica 10 marzo 2013, 15:13

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
pescara
atalanta
d'agostino
denis
sebastiani
bucchi
Cerca nel sito