L'estate impazza, ma la Serie A sta già tornando

Il nuovo campionato italiano è ormai vicinissimo e tra meno di un mese ci sarà il via ufficiale alla sfida tra le venti squadre in lotta. Scopri le favorite e le curiosità della nuova stagione

L'estate impazza, ma la Serie A sta già tornando

L'ESTATE IMPAZZA MA LA SERIE A GIA STA TORNANDO. Sembra ieri che il campionato si è concluso e tra un tuffo e l’altro ci risiamo, il nuovo campionato italiano è ormai vicinissimo e tra meno di un mese ci sarà il via ufficiale. Quello ufficioso arriverà questa sera, però, dal momento che alle 19 la Lega ufficializzerà il calendario che accompagnerà le venti squadre di A da agosto al prossimo maggio. I tifosi sono già pronti, le domeniche cominciano a riacquisire colore, i weekend senso. Tutto quasi pronto ed è ovvio parlare già di pronostici, chiedersi dove arriveranno le grandi, come finiranno le piccole, quali saranno le sorprese, quali le delusioni. Questa in corso è stata una estate rovente dove la Serie A si è ripresa il centro del mondo calcistico: il Napoli sembrava aver riportato le luci ancor più forti nel nostro campionato, con un colpo da novanta (e chissà che non ne arrivi un altro, in campo), chiamando Ancelotti e riportandolo dopo dieci anni nel campionato che, in carriera ha vinto una sola volta col Milan. Poi ci ha pensato alla Juve a ricordare a chi appartiene il monopolio sullo scudetto e il colpo Cristiano Ronaldo, quello del secolo, farà parlare da qui ai prossimi anni. Come (ri)comincia la Serie A? Con una favorita, che è sempre la squadra da battere: fermare una corazzata come la Juve, che con CR7 ha eretto un vero e proprio muro a difesa di questa potenza costruita sul campo e non negli ultimi sette anni, non sarà cosa facile. I bianconeri partono coi favori del pronostico secondo le quote proposte dai principali siti di scommesse online, ma la storia insegna che si gioca in undici e non in uno. Di certo le percentuali vanno a favore della Vecchia Signora, ma il campo è l’unico giudice insindacabile ma servirà qualcosa in più da parte della concorrenza.

 

Il Napoli, ad esempio, dovrà confermarsi con in panchina una garanzia che però non deve tradursi in certezza apparente: le risposte, ed il vero salto di qualità, gli uomini di Ancelotti dovranno trovarle in campo sfruttando anche i nuovi acquisti ed una squadra che è stata completata ulteriormente. Subito dopo Inter e Roma: campagne acquisti da top club per nerazzurri e giallorossi che si sono rinforzate come si deve. Spalletti e Di Francesco hanno solide basi da cui ripartire e su cui poter aprire un ciclo. Sarà una sfida avvincente tra la prima e le altre tre, rispettivamente seconda, terza e quarta dello scorso campionato: sono queste le quattro favorite pronte a contendersi il primato. La Lazio può dire la sua, ma sulla carta la squadra di Simone Inzaghi parte leggermente dietro le quattro sopracitate. Sorprese ce ne saranno? Il Milan, forse. Dopo gli ultimi terremoti societari i rossoneri ripartono sotto l’egida di Elliott. Per riscattare le debacle dell’ultimo quinquennio però occorrerà qualcosa in più. Dimenticare presto la scorsa stagione, trovare stabilità e piano piano rilanciarsi. Sulla carta i rossoneri hanno qualcosa in meno, essendo un cantiere aperto e in continua evoluzione, rispetto alle concorrenti e alle storiche rivali, che negli anni hanno avuto evoluzioni decise e progetti chiari, senza doversi riassestare dopo pochi mesi e in continuazione. Ancora: occhio alle neopromosse, su tutte il Parma, celere a tornare nel massimo campionato e bisognoso di restarci, magari stupendo tutti con un campionato sopra le righe. Zona Europa League quanto mai affollata con Atalanta, Torino, Fiorentina, con le ultime due in cerca di riscatto dopo la scorsa stagione. E per la salvezza? Ci si aspetta la solita lotta avvincente: il campionato italiano ha subito spesso, anche negli anni peggiori, critiche pesanti e a tratti ingiuste. Ma resta, e lo dimostra il campionato scorso, la lega più avvincente, incerta, adrenalinica e folle che ci sia oggi in Europa. Con buona pace di CR7, perché sarà un campionato equilibrato. I sorteggi alla Lega, il mercato a chi di competenza. I verdetti, quelli, li dà solo il campo. 

Redazione Independent

 

giovedì 09 agosto 2018, 01:11

Sostieni l'informazione libera, indipendente e di qualità anche con 1 euro

Tags:
serie a
calcio
lega
calendario
napoli
ancelotti
cristiano ronaldo
favorita
elliot
rossoneri
Cerca nel sito